“Rapiti” dall’autista di Flixbus: il viaggio infinito di 40 passeggeri diretti a Berlino

Sempre più persone scelgono Flixbus per i propri viaggi. La compagnia, fondata nel 2013 e subito diventata leader nel settore, collega più di 900 destinazioni e opera in 20 Stati europei. Il segreto del suo successo? Più di 100.000 collegamenti al giorno a prezzi davvero economici. I bus offrono numerosi confort, ampi sedili, aria condizionata e wi-fi per rendere il viaggio più piacevole. Ma per i viaggiatori che domenica 14 agosto stavano raggiungendo Berlino da Mönchengladbach, città del Nordrhein Westfalen, piacevole è l’ultimo degli aggettivi da utilizzare per descrivere il loro viaggio.

Sbaglia autobus e torna indietro. Il tragitto da Mönchengladbach a Berlino dura normalmente 8 ore di autobus. Ma, a causa di un errore logistico dell’autista della compagnia, per i 40 passeggeri in viaggio verso la capitale tedesca il viaggio-odissea è durato 14 ore, come racconta Tagesspiegel. Giunto a metà del percorso, nei pressi di Hannover, l’autista ha dovuto eseguire un’inversione di rotta e riportare il veicolo a Dortmund. L’autobus a due piani su cui stavano viaggiando i 40 passeggeri diretti a Berlino era stato prenotato per un altro viaggio che prevedeva un maggior numero di clienti. Nonostante si fossero detti disposti a proseguire il viaggio da Hannover a Berlino a proprie spese, l’autista ha impedito loro di scendere e li ha costretti a tornare in Nordrhein-Westfalen, dove hanno dovuto attendere un’ora e mezza prima di ricominciare il viaggio verso Berlino a bordo di un autobus sostitutivo. «Tornare indietro era l’unica soluzione possibile, benché estremamente sgradevole per i passeggeri, a cui vanno le nostre scuse», ha dichiarato il portavoce della compagnia.

La rabbia dei passeggeri. «Mi sono sentita rapita», ha dichiarato la politica del partito dei Pirati Christiane Schinkel, anche lei a bordo dell’autobus sbagliato. Schinkel si è detta oltraggiata dalla giustificazione data da Flixbus: «Non c’era nessuna ragione per impedirci di scendere ad Hannover e proseguire il viaggio da lì, invece siamo stati obbligati a tornare indietro a Dortmund». La compagnia ha proposto ai 40 malcapitati viaggiatori il rimborso del biglietto e un buono da utilizzare per un viaggio a scelta in Europa. Ma nessuno di loro vuole riprendere uno dei bus della Flixbus dopo questa incresciosa esperienza e alcuni dei viaggiatori si sono detti pronti a intraprendere una causa per richiedere il risarcimento dei danni.

Foto di copertina © MichaSpa

banner fondo articolo

Foto © MichaSpa © CC 4.0

 

Related Posts

  • Le prime volte sono sempre qualcosa di epico o disastroso. Tutte le prime volte. Il primo giorno di scuola vi siete innamorati della bambina accanto a voi senza saperne il nome, la prima volta che avete fumato una sigaretta lo avete fatto proprio mentre vi passava davanti un pullman pieno…
  • Berlino dicembre 1945: la fine della guerra è distante solo sei mesi, le case sono ancora distrutte, molte famiglie ancora orfane di padri e fratelli ancora in viaggio di ritorno se non deceduti, le truppe alleate, russi, inglesi, francesi e americani in via di spartizione di una città divisa in quattro settori,…
  • È un caldissimo pomeriggio di giugno. Passeggiando lungo la Friedrichstraße raggiungo il Checkpoint Charlie. È pieno di ingombranti turisti che, incastrati con i loro zaini nei claustrofobici cunicoli dei negozi di souvenir, pensano a cosa portarsi indietro nel loro Paese d'origine o, guardando il centro del marciapiede, finiscono con l'optare…
  • Uno degli aspetti più interessanti di Berlino è la libertà che lascia ad ognuno di sviluppare una personale prospettiva sulla città. I punti di vista possono coincidere o scontrarsi tra di loro, ma nella maggior parte dei casi confrontarli significa scoprire qualcosa di nuovo sulla realtà che ci circonda, gettare uno…
  • Richiamare l'attenzione sulla povertà che coinvolge molti individui della società salvando qualcuno dalla multa per avere viaggiato senza biglietto. E' questa la ragione per cui l'associazione NaturFreunde Berlin, gli amici della Natura di Berlino, ha deciso di dare vita ad un'iniziativa più che mai particolare: spingere i possessori di abbonamenti…

Leave a Reply