Riccardo Dametti, la mostra personale a Berlino

Riccardo Dametti, artista contemporaneo la cui opera si muove tra libertà e ribellione, approda a Berlino con una mostra personale nella famosa “via delle gallerie”, Auguststrasse, dove il fermento artistico è ancora oggi in continua espansione.

Pennellate incisive, accostamenti cromatici fuori dall’ordinario, tratti sferzanti che sembrano squarciare la tela: questo è Riccardo Dametti, artista fidentino classe 1978, che approda nella capitale tedesca con un percorso di dodici opere curato dal critico e storico dell’arte Sabrina Falzone. La mostra – denominata “Freedom and Rebellion” – avrà luogo nello spazio espositivo situato ad Auguststrasse 35, non molto lontano dalla fermata della metro U8 Weinmeisterstrasse, dal 2 al 7 febbraio 2017. 

RICCARDO_DAMETTI-Titolo_Senza_Titolo_Occhio_Anno_2009-Dim_cm_120x100

Untitled (Occhio), 2009 – acrylic, wax crayon on canvas 100 x 120 cm

Che lo si accosti a Basquiat per l’ispirazione prettamente urbana delle sue opere oppure che si veda in lui uno dei più importanti esponenti della street art contemporanea, dato l’uso frequente di vernice spray e smalto, rimane comunque innegabile lo stile tutto personale di Riccardo Dametti, genio visionario in continua tensione tra libertà e ribellione. Il suo tocco è caratterizzato da un forte impeto pittorico e da una magnifica istintualità che lo rendono unico nel genere, sempre che sia possibile inserirlo in un genere specifico. La sua arte infatti nasce da un mix a dir poco esplosivo, che combina la tendenza alla deformazione – tipica della street art – con la gestualità di matrice astratta. Il tutto è imbevuto di una buona dose di rabbia, inquietudine e angoscia esistenziale, che fanno di lui uno dei principali contestatori e provocatori sulla scena artistica contemporanea. Stravagante, eversivo ed eccentrico, non sarebbe azzardato paragonarlo a uno di quegli artisti scapigliati che popolavano le strade della Milano di fine Ottocento.

RICCARDO_DAMETTI-Titolo_City_Boy_N__2-Anno_2012-Dim_cm_100x150

City Boy Nà2, 2012 – enamel, spray paint, wax crayon on canvas 150 x 100 cm

RICCARDO_DAMETTI-Titolo_Senza_Titolo_Monkey_-Anno_2011-Dim__cm_100x150(1)

Untitled (Monkey), 2011 – spray paint, wax crayon on canvas 150 x 100 cm

L’artista. Nato a Fidenza nel 1978, Riccardo Dametti si dedica all’arte fin dalla primissima infanzia. Le sue principali fonti di ispirazione sono i quadri del padre e gli accordi musicali del fratello. La musica, in particolare, ha sempre rivestito un ruolo di primaria importanza nella vita del giovane artista, sia durante la fase di ispirazione che di esecuzione. Espone fin da subito a Milano (dove vive stabilmente), Londra, Hong Kong, Shanghai, Parigi e Berlino, aggiudicandosi anche numerosi premi e riconoscimenti, come la medaglia della terza Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea, meglio conosciuta come GENOVARTE. Lungi da essere considerata una mera fonte di guadagno, l’arte per Riccardo è prima di tutto un’esigenza dello spirito, una vera e propria linfa vitale. L’artista si trova al momento a Berlino dove resterà per pochissimi giorni – appositamente per la mostra – ma non nega che la capitale tedesca possa fungere da punto di partenza per creazioni nuove e più originali.

FREEDOM AND REBELLION

Dove: Auguststrasse 35, 12203 Berlino (vicino la fermata della metro Weinmeisterstrasse)

Quando: dal 2 al 7 Febbraio 2017

Entrata gratuita

Evento Facebook

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Riccardo Dametti art studio

Federica Zeppieri

Viaggiatrice instancabile e lettrice insaziabile, amo tutto ciò che rappresenta evasione fisica e mentale. Gli aeroporti e le librerie sono i miei luoghi preferiti. Adoro la sabbia, l'odore della benzina, gli ostelli sovraffollati, le supercazzole, i film trash e la polemica fine a se stessa. I miei sport preferiti sono il disegno e il trekking in solitaria. Cervello germanico e cuore latino, di giorno passeggio per le strade di Berlino, di notte sogno il Brasile.

Leave a Reply