Ryanair annuncia il Catania-Berlino: prezzi da 29,99 € per chi si prenota prima

La Sicilia è sempre più vicina a Berlino. A partire dal 2 settembre, infatti, Ryanair lancerà la nuova tratta invernale dall’aeroporto di Catania a Berlino-Schönefeld per un doppio appuntamento settimanale, il lunedì e il venerdì. L’annuncio è stato dato il 21 aprile dalla compagnia aerea irlandese, che ha deciso di inaugurare la nuova apertura mettendo in vendita voli a partire da 29,99 € previa prenotazione entro la mezzanotte di mercoledì 27 aprile, come riportato anche dal quotidiano Siracusa News. In realtà a collegare Catania a Berlino-Schönefeld ci sarà da questa estate anche easyJet, ma proprio dal 2 settembre la compagnia aerea concluderà il suo piano estivo 2016 e fermerà i collegamenti tra la capitale tedesca e la città siciliana.

Berlin_Schoenefeld_Airport
Foto © C. Ford (Morwen)

Altri collegamenti Ryanair dall’Italia verso Berlino-Schönefeld. La compagnia aerea irlandese è tra quelle che soddisfano maggiormente i viaggiatori italiani che partono per la capitale tedesca e viceversa. Oltre al volo diretto da Catania, Ryanair copre tutti i giorni le tratte dagli aeroporti di Bologna, Orio al Serio, Roma Ciampino e Treviso, mentre dalle città di Bari e Pisa i voli partono ogni lunedì, mercoledì e venerdì, e da Palermo ogni lunedì e venerdì.

Gli altri collegamenti Sicilia-Germania. Prima delle new entry Ryanair e easyJet, Fontanarossa, l’aeroporto di Catania, era collegato con volo diretto a Berlino Tegel da Air Berlin e Alitalia, oppure con scalo in Germania da Lufthansa ed Eurowings. Altri collegamenti con la Germania da Catania sono disponibili da e per Amburgo, Düsseldorf e Francoforte. Palermo-Berlino Tegel è invece servita dai voli diretti di diverse compagnie, tra cui Ryanair.

Ryanair è la prima compagnia aerea in Europa. A gennaio 2016 la compagnia aerea con sede a Dublino è diventata la prima compagnia aerea a trasportare oltre 100 milioni di clienti internazionali in un anno, nonostante il 2016 non sia iniziato nel migliore dei modi, almeno sul mercato italiano. In seguito alla decisione del governo di aumentare ulteriormente le tasse municipali di circa il 40% per finanziare la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia, la compagnia aerea preferita in Europa ha annunciato di non aver avuto altra scelta se non chiudere 16 rotte a partire dal prossimo ottobre, con una perdita di 800.000 clienti e un taglio di 600 posti di lavoro.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Foto di copertina © Castielli CC BY-SA 3.0

Leave a Reply