San Marino-Germania, il tifoso a Muller: «Siete sempre quelli dei calzini sotto i sandali»

Le esternazioni di Thomas Muller dopo San Marino-Germania proprio non devono essergli andate giù. Fatto sta che Alan Gasperoni, un tifoso della rappresentativa sanmarinese, ha risposto duramente sulla sua pagina Facebook all’attaccante della nazionale tedesca e del Bayern Monaco che, dopo il rotondo 8-0 rifilato ai padroni di casa, aveva definito inutili confronti così impari. Il match, valevole per le qualificazioni ai mondiali 2018, arrivava secondo Muller in una fase della stagione fitta di impegni, e per di più squadre come San Marino praticano un calcio difensivo e falloso, rischioso per le caviglie dei grandi campioni.

Il post virale. Gasperoni ha stilato una caustica lista di ragioni per cui partite come quella di venerdì sera sono invece utili al calcio. A motivi seri («il calcio è di tutti coloro che lo amano», i soldi dei diritti consentono alla federazione sanmarinese di costruire stadi per i ragazzi in paesini sperduti) si alternano salaci sfotto tipici della rivalità italo-tedesca: «Siete sempre quelli che mettono i calzini bianchi sotto i sandali», «voi tedeschi non cambierete mai, la storia non vi ha insegnato ancora che “prepotenza” non è sempre garanzia di vittoria». Il post, diventato presto virale, è arrivato addirittura sulla Gazzetta dello Sport ed è stato condiviso da pagine molto note come Calciatori Brutti. Prima di riportarlo integralmente, ci permettiamo di aggiungere soltanto un’osservazione. Nel merito, siamo certamente d’accordo con il tifoso sanmarinese: giocatori milionari e dirigenti boriosi dimenticano troppo spesso che il calcio è, o dovrebbe essere, prima di tutto sogno e passione. Ma poi, ci chiediamo, è proprio necessario rispolverare cliché nazionalisti che imputano alla provenienza ciò che, semplicemente, dipende dall’arroganza del singolo giocatore?

La “lettera” del tifoso sanmarinese

«Carissimo Thomas Müller,

hai ragione tu. Le partite come quella di venerdì sera non servono a nulla. A te. D’altra parte, caro Thomas, a te non serve venire fino a San Marino quasi gratis in un week end in cui, senza la Bundesliga, saresti potuto stare con tua moglie sul divano della tua villa di lusso oppure chissà, avresti potuto prendere parte a qualche evento organizzato dagli sponsor incassando diverse migliaia di euro. Io ti credo ma mi permetto di darti 10 buoni motivi per cui penso che la partita San Marino – Germania sia stata molto utile e magari tu ci rifletti bene e mi fai sapere la tua…

1. E’ servita a dimostrarti che nemmeno contro le squadre scarse come la nostra riesci a fare gol e non dire che non ti sei incazzato quando Simoncini ti ha negato l’ingresso tra i marcatori…
2. E’ servita a far capire ai tuoi dirigenti (fallo sapere anche a Beckenbauer e Rummenigge) che il calcio non è di loro proprietà ma è di tutti coloro che lo amano tra i quali, che lo vogliate o no, ci siamo anche noi.
3. E’ servita a ricordare a centinaia di giornalisti di tutta Europa che esistono ancora ragazzi che inseguono i loro sogni e non i vostri assegni.
4. E’ servita a confermare che voi tedeschi non cambierete mai e che la storia non vi ha insegnato ancora che “prepotenza” non è sempre garanzia di vittoria.
5. E’ servita a far capire ai 200 ragazzi sammarinesi che hanno seguito la partita per quale motivo i loro allenatori gli chiedono di impegnarsi sempre al massimo. Chissà che un giorno tutti i loro sacrifici non vengano ripagati con una partita contro i Campioni del Mondo.
6. E’ servita alla tua Federazione (e anche alla nostra) per incassare i soldi dei diritti d’immagine con i quali, oltre a pagarti il disturbo, possono costruire impianti per i ragazzi del tuo paese, scuole calcio, stadi più sicuri… La nostra Federazione, ti svelo un segreto, costruirà un nuovo campo da calcio in un paesino sperduto che si chiama Acquaviva. Tu avresti potuto costruirlo con sei mesi del tuo stipendio, noi lo faremo con i diritti di 90 minuti di partita. Non male no?
7. E’ servita ad un paese grande come un settore del tuo Stadio di Monaco ad andare sui giornali per un buon motivo, perché una partita di calcio è sempre un buon motivo.
8. E’ servita al tuo amico Gnabry per esordire in Nazionale e segnare tre gol. Ora può chiedere al Werder il rinnovo del contratto al doppio di quanto ha guadagnato fino ad ora.
9. E’ servita a qualche sammarinese un po’ triste per ricordarsi che abbiamo una Nazionale vera. Succederà pure anche da voi che siete quasi perfetti che qualcuno si svegli quando perdete e cominci a rompere le scatole, no?
10. E’ servita a farmi capire che anche se vestite il modello più bello di divise dell’Adidas sotto sotto siete sempre quelli che mettono i calzini bianchi sotto i sandali.

Con affetto, tuo Alan».

Banner Scuola Schule

Foto di copertina © Wikipedia – Steindy (talk)

Related Posts

  • Siete in procinto di passare una vacanza a Berlino? Vi ci state per trasferire? Già ci vivete, ma ancora non avete chiaro cosa è bene e cosa non è bene fare? Ecco la lista delle 10 cose da non fare a Berlino 10-Non guidare all’italiana. La macchina qui è inutile,…
  • Sono passati 24 anni (era il 3 ottobre 1990) dalla riunificazione tedesca, ovvero da quando i 5 Länder che costituivano la DDR furono (Brandeburgo, Meclemburgo-Pomerania Anteriore, Sassonia, Sassonia-Anhalt e Turingia) furono assorbiti all'interno della Germania Federale eppure per la Cassa di Risparmio di San Miniato Germania Est ed Germania Ovest sono ancora due…
  • Offerta di lavoro a Berlino Il ristorante e cocktail bar San Rocco cerca da subito una cameriera. È richiesto un buon livello di tedesco. Se interessati telefonare al numero: 030 33027866 oppure inviare la propria candidatura all'indirizzo: berlino@sanroccorestaurant.com Cercate altre offerte di lavoro a Berlino? Cliccate qui SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI…
  • Stop al Roaming. La notizia è diventata ufficiale il 30 giugno scorso. Dal 15 giugno 2017 l'utilizzo del proprio contratto telefonico all'estero, se all'interno dell'Unione Europea, non avrà nessun costo aggiuntivo. Flat rate per chiamate, messaggi o per l'utilizzo di internet rimarranno funzionanti senza l'attivazione di opzioni o con il rischio…
  • Per me, a quei tempi, la cioccolata era solo cioccolata. Al latte o fondente. Quella bianca aveva ancora un non so ché di esotico e raro. Ricordo che periodicamente, di tanto in tanto, mia zia ritornava in patria dalla lontana Germania per visitare mia nonna e tutti noi. Ricordo le…

Leave a Reply