Save Games : un mondo di passione, competenza, cortesia, fiducia da oltre 15 anni con consegna in tutta Europa

«Il primo videogioco acquistato? The Castle of Dr.Creep per il Commodore 64, un puzzle game stilizzato molto simpatico con cui ero solito giocare con mia sorella. In realtà giocavo già da qualche anno grazie a mio zio, grande appassionato di tecnologia. The Last Ninja e Zak McKracken, ad esempio, erano stati i giochi con cui avevo già preso dimestichezza con il joystick e in cui spesso bisognava anche riflettere per risolvere enigmi. Erano i primi anni ‘80. Da allora la passione non ha fatto che crescere tanto che nel 2001 ho aperto il primo negozio specializzato in videogiochi di Bolzano e dal 2008 vendo online, prima attraverso eBay e Amazon, poi con un sito a se stante, www.savegames.eu con un focus particolare sui giochi retro di qualsiasi console e computer passati e contemporanei».

Savegames

Saverio Garaboni, 42 ANNI, nato a Merano (BZ), è direttore e fondatore di uno dei più forniti online store di videogames in Italia e, ora, gradualmente, anche di tutta Europa. Il sito, in triplice lingua, italiano, inglese e tedesco, ha da poco cominciato a vendere con consegne a mano anche a Berlino, città in cui spera di aumentare il numero di propri clienti. «Come dimostra il successo del Computerspielemuseum e, il recente lancio di una versione cittadina del Comic Con, la capitale tedesca è sempre più attenta al fascino del mondo dei videogiochi, retrò o contemporanei che siano. La nostra offerta va esattamente in questa direzione, abbiamo già clienti in Germania così come in altre parti del mondo, con il sito in tedesco potranno utilizzarlo più facilmente».

I punti di forza Savegames. «Il nostro slogan è “Il tuo spazio reale nel mondo virtuale “. Fin dall’inizio la nostra attività è nata infatti con l’obiettivo di far conoscere il mondo videoludico alle persone trasmettendo la mia conoscenza e consigliando i vari videogiochi in base ai gusti e alle richieste. Abbiamo sempre voluto fare prima del nostro negozio, ora del sito,un punto di ritrovo per appassionati e curiosi. Abbiamo, normalmente, almeno 200 videogiochi, controller nonché console in vendita a rotazione ogni giorno. Si va da tutto ciò che riguarda l’ATARI, piuttosto che il Game Boy, al mondo della XBOX One, PlayStation 4 o Nintendo Wii U. Amiamo tutte le varie apparecchiature uscite dagli anni ’80 ad oggi incluse le icone uscite negli anni e divenute ad oggi dei veri e propri simboli: adoriamo PAC-MAN, Tetris, Wonderboy, OutRun, Ghosts ‘n Goblin, Super Mario Bros., Sonic e molti altri meno conosciuti. Come dimostrano le recensioni che riceviamo dopo la vendita di uno o più videogiochi, ci caratterizzano la conoscenza del prodotto che offriamo e la cura degli articoli come fossero i nostri. Sappiamo aiutare i clienti nella ricerca dell’acquisto giusto. Prima che venditori siamo giocatori. Testiamo i prodotti in prima persona e collaboriamo sia con il portale www.marzianiconilpad.it dove si recensiscono videogiochi di tutte le epoche che con Ludomedia un social completamente italiano dedicato ai videogiochi e molto altro, dove è stata creata anche un’apposita stanza dedicata alla nostra attività, http://www.ludomedia.it/save-games-2798S. Proprio qui, ogni tanto, ci divertiamo a organizzare piccole lotterie, coinvolgendo il pubblico a partecipare ad altre iniziative dedicate al mondo videoludico».


Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Related Posts

  • Mentre a Los Angeles si è appena conclusa la E3, l'expo di videogiochi, console e gaming-tech più importante del mondo, i nerd europei e tedeschi si preparano per la controparte europea, ovvero il gamescom di agosto. La kermesse, nata nel 2009, arriva all'ottava edizione ,che si terrà dal 17 al 21 Agosto negli spazi della Fiera di…
  • Oltre ai reperti d'arte classica, egizia e orientale, oltre ai capolavori dell'impressionismo e dell'arte contemporanea, a Berlino c'è qualcos'altro da vedere. Un museo che contiene pezzi vecchi massimo trent'anni, ma che già fanno parte della nostra storia culturale. Camminando sulla Karl-Marx-Allee di Berlino, in mezzo a tutti quei palazzoni di…
  • Per me, a quei tempi, la cioccolata era solo cioccolata. Al latte o fondente. Quella bianca aveva ancora un non so ché di esotico e raro. Ricordo che periodicamente, di tanto in tanto, mia zia ritornava in patria dalla lontana Germania per visitare mia nonna e tutti noi. Ricordo le…
  • Berlino è ricca di storia, arte e cultura. Dall'epoca imperiale a quella nazista, dai tempi del Bauhaus a quelli del muro: ogni epoca ha prodotto storie e pezzi da collezione che, per fortuna, sono tuttora tutelati e resi accessibili a chiunque. Quella che segue è una lista dei 63 musei  di…
  • di Manolo Marcenò* A Berlino salutavo gli amici. Dove vai? Vado in Irlanda. Ma che sei matto? Me ne andavo da quella Berlino frociona, hipster, da quella Berlino del "ci sono troppi italiani", da quella Berlino delle pizzerie, dei kebab alle 5 di mattina, degli "Späti", delle Bäckerei... Me ne andavo…

Leave a Reply