Si guardano intensamente in una stazione di Berlino, ma sono troppo timidi. E così lei gli scrive una lettera che fa il giro della Germania

In una città come Berlino, tra metro e autobus, i colpi di fulmine sono all’ordine del giorno.

La maggior parte delle volte però nessuno ha abbastanza coraggio da fare il primo passo e iniziare una conversazione. Il tutto si conclude con imbarazzati scambi di sguardi e la consapevolezza che molto probabilmente non ci si rivedrà mai più. Qualcuno ha trovato però una soluzione molto semplice, ma allo stesso tempo molto insolita in questo nostro mondo così tecnologico. L’immagine del foglietto scritto a mano è stata pubblicato sulla pagina Facebook del WELT e nel giro di poche ore è diventata virale. Si tratta di una lettera rivolta al “ragazzo della stazione di Bornholmer Straße a Berlino“.

©pagina Facebook del WELT

La lettera “al ragazzo di fronte” in italiano

«Al ragazzo del binario di fronte. Dopo che ci siamo guardati a lungo, abbiamo realizzato un po’ troppo tardi che avremmo potuto dire qualcosa per rompere il ghiaccio. Solo le persone sbagliate vedranno questo foglio probabilmente, ma ehi se dovessi leggerlo, mi piacerebbe rivederti 🙂 Se vuoi, ci possiamo incontrare domenica alla stessa ora (alle 12) nello stesso posto. E stavolta parlami! (Anche se al giorno d’oggi è un po’ insolito, lasciate qui il foglietto, per favore: ci si può conoscere infatti anche in altri modi oltre che su INTERNET).»

Meine Augenblick, il servizio della BVG per ritrovare i colpi di fulmine

Chi ha scritto questo biglietto ha deciso di tentare la sorte lasciando il suo messaggio in una stazione, ma ha lanciato anche una frecciatina ai più scettici. Fa notare, infatti, che in questo mondo dominato dai social, si può ancora conoscere qualcuno in carne ed ossa e non solo virtualmente su internet. E se fosse possibile combinare questi due mondi ormai quasi paralleli? La BVG, la compagnia dei trasporti di Berlino, ha deciso di provarci, creando un servizio su internet per ritrovare i colpi di fulmine mancati per timidezza nel mondo reale. Si chiama “Meine Augenblicke” e funziona proprio come un sito di annunci: esiste una sezione, visibile anche senza registrarsi, con la lista di messaggi già pubblicati, ognuno con giorno, ora e linea del mezzo di trasporto su cui si è avvistata la persona. Se si crea un profilo, si può allora anche rispondere agli annunci o pubblicarne di nuovi, aggiungendo una piccola descrizione della persona in questione e sperando poi in una risposta.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina:  © pagina Facebook del WELT

One Response to “Si guardano intensamente in una stazione di Berlino, ma sono troppo timidi. E così lei gli scrive una lettera che fa il giro della Germania”

  1. cam lecce

    mi fa venire in mente una storia accaduta agli inizi degli anni 80anta ad un mio amico: lui italiano va in un paesino della Francia per lavoro, conosce una splendida giovane fanciulla, e si innammora, finito il lavoro riparte. Poi ritorna e non sa come incontrare questo amore che non abbandona il suo cuore e scrive sui muri della città un messaggio, … …. Lei legge il messaggio e si incontrano.

    Rispondi

Leave a Reply