Porte aperte per i teatri più belli di Berlino. Ecco come visitare i loro “dietro le quinte”

[sharethis]

Il funzionamento di un teatro è sempre qualcosa di misterioso per tutti i non addetti ai lavori. Lo spettacolo a cui assistiamo, sia di musica che di opera, è infatti solo la punta dell’iceberg: sotto c’è un lavoro fitto fitto di moltissime professionalità. Dall’assistenza musicale di vario tipo (cercare le partiture, aiutare nelle prove, occuparsi dell’accordatura degli strumenti, preparare i libretti di sala, ecc.) all’organizzazione vera e propria (i contatti con la stampa, la manutenzione delle messe in scena, l’organizzazione delle sale, le luci, i fonici…): il teatro è davvero una macchina con un funzionamento fatto di tanti ingranaggi. Per gli interessati sarà utile sapere che nella maggior parte dei teatri e delle sale adibite alla musica a Berlino c’è la possibilità di scoprire il “dietro le quinte” attraverso visite guidate organizzate.

Staatsoper im Schillertheater

In attesa che i lavori nella sua celebre sede sull’Unter den Linden terminino, la Staatsoper berlinese è ospitata, ormai da qualche anno, nello Schillertheater. Per chi volesse curiosare nei meandri di questo teatro, può farlo pagando un biglietto di soli 5€ (i bambini sotto i 16 anni pagano la metà). Il punto di incontro è davanti la biglietteria, proprio all’ingresso. Solitamente le visite avvengono dopo lo spettacolo, quindi la sera, ma per gruppi di massimo 25 persone è possibile anche organizzarle in altri momenti della giornata. Previste in inglese e tedesco, o previo accordo anche in altre lingue.

Qui le informazioni.

Philharmonie

Tempio sacro per tutti gli amanti della musica classica, anche la Philharmonie organizza spedizioni all’interno delle sue stesse sale. La meravigliosa struttura architettonica ad opera dell’architetto tedesco Bernard Hans Henry Scharoun si può esplorare tutti i giorni alle 13.30 (le visite durano circa un’ora).

Durante la visita della Großer Saal e della Kammermusiksaal verranno date informazioni circa l’acustica e l’architettura della sala e la storia dei Berliner Philharmoniker, la celebre orchestra che lì ha la sua dimora. Oltre che in tedesco, è possibile richiedere la guida in inglese; guide speciali (solo ed esclusivamente concordandosi prima) sono possibili anche in altre lingue, tra le quali l’italiano. I prezzi variano dai 3 euro per studenti, pensionati, disoccupati e portatori di handicap fino ai 5 euro per gli altri. Per i gruppi: 50€ è il costo totale se si necessita di una lingua straniera, 40€ se in tedesco, 35€ per gruppi di studenti.

Tutte le informazioni e i contatti qui.

Konzerthaus

Il Konzerthaus offre un ventaglio di visite guidate decisamente ampio.

Le Rundgänge, ovvero i “giri”. Gratuite e a scadenza quasi giornaliera, è possibile farsi un’idea sul bellissimo edificio, sulle sale e sul programma musicale. Qui le informazioni e i prossimi appuntamenti.

Le visite vere e proprie hanno luogo solitamente il sabato alle 13. Durano circa 75 minuti e costano 3€ a persona. Qui quello che c’è da sapere.

Visite guidate adatte alle famiglie con bambini dai 5 ai 12 anni, sono meno frequenti ma altrettanto interessanti. Verrà mostrato l’enorme organo presente nella Großer Saal, la sala più grande, le statue greche, dove suona l’orchestra e verrà anche spiegato quello che fa un direttore d’orchestra. Qui le prossime guide. Possibili anche al Konzerthaus visite guidate in lingue straniere.

Deutsche Oper

Dietro le quinte, sul palco, fino ai camerini dei cantanti e al magazzino del teatro: davvero un teatro smette di avere segreti e non è più un oggetto dal funzionamento misterioso. Una volta al mese (ancora un paio di appuntamenti, l’ultimo è a maggio) per visitare la Deutsche Oper. Durata circa un’ora e mezzo, massimo 30 persone, costo 5 euro. E’ possibile comprare i biglietti in anticipo, qui.

Radial System

Bellissimo, dentro e fuori. Anche il Radial System permette di sbirciare dietro le sue porte e di scoprire come un impianto di depurazione delle acque risalente al 1880 sia diventato uno spazio adibito all’arte e alla cultura. Guide in inglese e tedesco, costo 5€, durata un’ora. Informazioni qui.

Komische Oper

La Komische Oper, altro teatro d’opera berlinese, organizza visite guidate all’interno delle sue sale. Durante la “passeggiata” si parlerà anche della storia dell’edificio e del suo fondatore, Walter Felsenstein, regista austriaco. Felsenstein lavorò in molti teatri berlinesi fino a che, nel 1947, fece costruire la Komische Oper, e ne fu il direttore per quasi trent’anni. Verranno anche date informazioni tecniche circa l’organizzazione dei concerti, la ripartizione delle responsabilità, il numero delle persone impegnate nel funzionamento di uno spettacolo.

Per le informazioni su come registrarsi, qui.

Maria Severini

Maria Severini, laureata in Musicologia, gironzola per le strade di Berlino ormai da qualche anno. L’unico modo che ha trovato per combattere l’astinenza dal sole è fare scorpacciate di concerti.

Leave a Reply