The Haus, a Berlino il tour guidato alla mostra di street art più grande del mondo

La visita guidata alla mostra di street art più grande del mondo prima che l’edificio sia demolito.

In un freddo e piovoso sabato mattina di aprile usciamo dalla stazione della metropolitana di Wittenbergplatz. Tenendoci gli ombrelli stretti, ci incamminiamo per Tauentzienstrasse passando davanti al KaDeWe e scansando le folle di turisti e appassionati dello shopping. Giriamo a destra nella Nürnbergerstraße e troviamo decine di berlinesi e turisti in fila. Nonostante la pioggia incessante, rimangono pazientemente in attesa di entrare nell’edifico al numero civico 68/69. Dall’esterno sembrerebbe solo un grande palazzo grigio e anonimo. Una domanda sporge spontanea: “Perché tutto questo interesse?” L’unico indizio proviene da un grande e colorato murales a forma di H sulla facciata. Non si tratta di un edificio qualsiasi: questa è The Haus. Per solo otto settimane una vecchia banca nel cuore commerciale di Berlino ovest è stata convertita in una galleria d’arte. Ciascuno dei 108 spazi, inclusi i bagni, i corridoi e le rampe di scale, sono stati trasformati in opere d’arte da 165 artisti di strada locali ed internazionali.

La storia del progetto

Circa 10 minuti prima dell’inizio del nostro tour (precedentemente prenotato online) veniamo chiamati dentro. Dopo aver pagato il biglietto lasciamo cappotti, borse e telefonini nel guardaroba. La nostra guida, un membro del collettivo Drink and Draw, ci dà il benvenuto e ci spiega le origini del progetto. L’edificio è stato acquistato da investitori privati e sarà demolito per far spazio ad appartamenti di lusso. Ma prima della sua distruzione alla fine di maggio, è stato affidato temporaneamente al collettivo Die Dixons. Sono stati questi ultimi a concepire l’idea di trasformare l’edificio in una galleria d’arte temporanea (leggi del progetto The Haus nel dettaglio a questo link).

Il tour guidato

La nostra visita dura due ore e mezzo durante le quali giriamo tutti e cinque i piani della mostra e ammiriamo, tra le altre, le opere di Case Maclaim, Stohead, El Bocho, Emess, 1UP, Herakut, Klebebande, Insane51, Rotkaeppchen & Goliath, Nick Platt e Paul Punk. La nostra guida ci racconta aneddoti divertenti sull’edificio, sulle stanze, sugli artisti e sulle opere. Inoltre ci spiega le differenze di stile e le varie tecniche utilizzate. Ogni stanza è unica. Alcuni spazi sono estremamente colorati, altri invece sono cupi o mostrano dei motivi in bianco e nero. Una stanza è stata trasformata in un bosco, mentre un’altra è stata interamente decorata usando un pennarello nero. Alcune opere sono state realizzate esclusivamente con nastro adesivo, mentre altre con vernice. Alla fine del tour ci sembra di avere viaggiato in un mondo fantastico.

Come prenotare

Per evitare le lunghe file è consigliabile prenotare il tour online (in inglese o tedesco).  Con un costo di €10 a persona (€4 per i bambini), la vostra visita sarà ancora più interessante. L’uso di macchine fotografiche o cellulari non è permesso: mettete via i vostri dispostivi e immergetevi con tutti i sensi in questa esperienza fantastica. «The Haus è stata creata per essere distrutta» quindi affrettatevi prima che sia troppo tardi. L’edificio verrà chiuso e demolito a fine maggio 2017.

An English version of this article is available on currywurstandsushi.blogspot.de

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Related Posts

  • 10000
    La street Art è una dei tanti volti di Berlino, uno dei più rappresentativi. Grazie ai lavori di tanti artisti internazionali che vivono o passano a Berlino tanti angoli e palazzi della città si colorano e trasformano. Oltre alla ben nota East Side Gallery, per chi vuole ammirare i graffiti berlinesi ci…
  • 10000
    Città dai mille volti nota a livello internazionale come hub dell'arte di strada, Berlino non poteva che scegliere la sede di una vecchia banca per il più grande e innovativo progetto di street art del mondo. Come riporta MitVergnügen, il progetto in questione si chiama THE HAUS e ha vita presso…
  • 10000
    Un gruppo di ragazzi incappucciati (o comunque con il volto pixellato nel video per evitare conseguenze legali) si arrampica su un terrapieno in fretta e furia. In mano tengono dei vasi di fiori, i tempi sono perfettamente coordinati. Quando un treno della S-Bahn di Berlino si ferma presso la vicina…
  • 10000
    Girando per Berlino non è raro notare i segni di un'insofferenza sociale crescente, di una rabbia che non trova voce. Anche su un piano meramente iconografico, basta allontanarsi dal centro patinato o dalle zone residenziali à la Prenzlauer Berg e capiterà di scorgere gli odiosi simboli del nazionalsocialismo: le svastiche. A volte le…
  • 10000
    Un muro di Berlino in Marienburger Strasse, nel quartiere Prenzlauer Berg, ospita da qualche giorno il sorriso di Giulio Regeni, giovane ricercatore italiano trovato morto il 3 febbraio 2016 in un deserto alla periferia del Cairo, in circostanze ancora oggi poco chiare. Il ritratto è stato realizzato da El Teneen,…

Linda Nocera

Cresciuta a Palermo in una famiglia anglo-italiana, ha girovagato per l’Europa per motivi di studio, lavoro ed affetto, prima di stabilirsi a Berlino. Ha lasciato da poco una carriera da analista di mercati chimici per concentrasi sul ruolo di mamma e sulla sua passione per la scrittura.

Leave a Reply