Toni Servillo e i vini italiani. A Berlino apre Vinila, molto più di un’enoteca

«Toni Servillo? È la prima ragione che mi spinge ogni tanto a tornare da Berlino in Italia, sono il suo fotografo di scena ogni volta che lavora a teatro. La mia seconda passione però è il vino, ed è per questo che sabato 29 Novembre inaugurerò una mia enoteca proprio qui, nella capitale tedesca». Fabio Esposito, 41 anni, quattro figli, di Napoli, ha una storia davvero originale tanto che di lui hanno parlato anche La Repubblica e varie altre testate giornalistiche nazionali (qui un bel filmato di fanpage).  La sua avventura in Germania inizia nel 2010, quando erano nati solo due dei quattro figli che ora riempiono ogni giorno la sua vita accanto alla moglie Alessandra. Qui, mentre continuava a lavorare come fotografo, assieme ad un gruppo di professionisti della comunicazione, da un anno ha progettato un portale di vendita online di vini italiani dedicato al mercato tedesco, Vinila.de. «È stata un’ottima intuizione, ne stiamo raccogliendo i frutti, ma desidero avere anche un rapporto diretto con la clientela ed è per questo che, oltre all’e-commerce ho pensato di aprire un vero e proprio punto vendita a Berlino. Si troverà su Brandenburgische Strasse 77, zona Wilmersdorf. Ho realizzato da me tutti gli arredi. Insomma, da fotografo e sommelier sono passato alla carpenteria, ma volevo suggerire un’idea di intimità e attenzione per il cliente che troppo spesso si perde quando l’arredamento è identico, o quasi, a quello che si potrebbe trovare in locali analoghi».

Toni Servillo Esposito

E il lavoro con Toni Servillo? «Continuerà. Ormai dura da più 10 anni, quando sale sul palco, da qualche parte, tra le quinte o in platea, ci sono sempre io che scatto. Per lui torno in Italia con piacere”. Alcune foto di Servillo a lavoro saranno esposte anche sulle pareti di Vinila. «Mi piace che continui questo connubio con l’arte. Del resto non venderò solo vini. A Vinila ci saranno i corsi di sommelier organizzati con l’Europa Schule, degustazioni con produttori italiani, seminari monografici su specifici prodotti, proiezioni, presentazioni di libri e tanto altro ancora. Vorrei che diventasse un luogo di ritrovo dedicato alla cultura non solo enogastronomica».

Per lanciare Vinila, durante la sua prima settimana di apertura per una spesa minima di 45€ verrà regalata una bottiglia di Tratturi Bianco proveniente dalle Cantine di san Marzano. «Ma ci saranno altre iniziative promozionali durante il periodo natalizio. Il nostro obiettivo è cercare di diffondere il più possibile il grado di consapevolezza quando si beve un vino. Come recita un vecchia massima normalmente attribuita a Goethe, “La vita è troppo breve per bere vini mediocri”»

Vinila

Brandenburgische Strasse 77 ,

10713 Berlin

sito negozio

sito per acquisto online

Apertura Sabato 29 Novembre ore 15.00

Evento Facebook

 Foto di Toni Servillo © Fabio Esposito

Foto di copertina © [puamelia] CC BY SA 2.0

 

INVITO-05

Related Posts

  • Mercoledì 1 luglio, alle ore 19.30, presso la sede della nostra redazione, in Gryphiustr. 23 a Friedrichshain, Berlino Cacio e Pepe Magazine propone un viaggio nel mondo del vino italiano, un vero e proprio percorso guidato che unirà, alla degustazione di alcuni straordinari vini italiani, il piacere dell'esplorazione culturale dei…
  • Montepulciano d’Abruzzo, Chianti, Barolo, Brunello di Montalcino, Taurasi, Fiano di Avellino, Falanghina, Greco di Tufo, Sagrantino di Montefalco, Vermentino di Sardegna e molto altro: a Berlino e in tutta la Germania è ormai possibile ordinare i migliori vini italiani direttamente a casa. Wineowine è il portale di una giovane azienda…
  • La Getränke Hoffmann è la più importante catena di rivenditori di bibite in tutta la Germania, supermercati dedicati solo alle bevande, a partire dalla birra.  A volte lanciano alcune offerte speciali anche sul vino, come l'ultima che vedete nella foto, dedicata a quelli biologici italiani. Peccato solo che le bandiere…
  • di Claudia Panzavecchia* Nell'ultimo anno i media ci hanno infarcito la testolina con questa diatriba, che all'inizio faceva sorridere, ma adesso anche no, ovvero: Lipsia è la nuova Berlino?. Ci si sono messi proprio tutti: Der Spiegel, Stuttgarter Zeitung, the Guardian, Berliner Zeitung, Zeit online, Il Post (solo per citarne…
  • di Marianna Usai Berlino è una finestra spalancata sulla testa di una donna. Basta sporgersi un po’ e la compostezza di Monbijouplatz, diventa un filo tra un balconcino e l’altro e panni tesi ad asciugare, saturi del colore che fa la stoffa quando ancora è bagnata. Così, ci entri in…

Leave a Reply