Turismo, ecco i 15 popoli che amano di più Berlino

Il 2015 è stato un anno eccezionale per il turismo a Berlino. Oltre ai 30 milioni di pernottamenti e ai 12,4 milioni di turisti annui, ci sono ulteriori dati che fanno sorridere i dirigenti di Visit Berlin, l’ente comunale per il turismo e i congressi. Infatti, se la crescita degli arrivi nazionali si è attestata su un accettabile +2,5%, quella relativa ai visitatori stranieri ha registrato un vero e proprio boom: +9,2%.

Più di due terzi dei visitatori non tedeschi provengono peraltro dal vecchio continente, Regno Unito in primis: con una crescita del 19,2% e più di un milione e mezzo di pernottamenti, i sudditi della regina si conquistano di diritto il primo posto nella classifica dei mercati stranieri più importanti per il turismo berlinese. Seguono gli Stati Uniti, con 1,1 milioni di pernottamenti (+17%) e, a ruota, l’Italia, terza nazione assoluta e seconda europea, con quasi un milione di pernottamenti. A seguire i Paesi Bassi e, al quarto posto europeo, la Spagna, con 841.000 pernottamenti e una crescita monstre del 28% rispetto al 2014, dopo una battuta d’arresto dovuta alla crisi dell’economia iberica. Trend inverso per la Russia (-25% di visite e -27% di pernottamenti), un tempo fucina di turisti per Berlino e ora, dopo l’invito del Cremlino a non viaggiare in Germania – conseguenza dei rapporti tesi tra i due governi sulla questione ucraina -, solo al decimo posto tra le europee. Al secondo posto nella classifica dei Paesi extraeuropei, con 122.000 visitatori, si piazza invece Israele (nella classifica assoluta decimo per pernottamenti e tredicesimo per numero di visitatori).

La top 15 mondiale dei turisti a Berlino nel 2015:

    • Gran Bretagna (557.827 visitatori per 1.530.254 pernottamenti)
    • Stati Uniti (388.965 visitatori per 1.080.300 pernottamenti)
    • Italia (303.568 visitatori per 943.139 pernottamenti)
    • Paesi Bassi (302.273 visitatori per 845.477 pernottamenti)
    • Spagna (272.824 visitatori per 841.416 pernottamenti)
    • Danimarca (233.565 visitatori per 663.724 pernottamenti)
    • Svizzera (237.319 visitatori per 652.331 pernottamenti)
    • Francia (215.950 visitatori per 594.263 pernottamenti)
    • Svezia (180.075 visitatori per 470.383 pernottamenti)
    • Israele (122.376 visitatori per 464.533  pernottamenti)
    • Austria (149.796 visitatori per 379.948 pernottamenti)
    • Russia (131.894 visitatori per 353.491 pernottamenti)
    • Polonia (156.363 visitatori per 316.235 pernottamenti)
    • Norvegia (110.758 visitatori per 306.965 pernottamenti)
    • Belgio (107.394 visitatori per 295.516 pernottamenti)
    • Cina (119.065 visitatori per 266.124 pernottamenti)

 

Berlino locomotiva del turismo tedesco. «Questo aumento dei visitatori stranieri superiore alla media» – osserva Burkhard Kieker, amministratore di Visit Berlin, «giunge peraltro in un anno piuttosto complicato per il turismo internazionale, tenendo conto della minaccia mondiale del terrorismo. Da questo punto di vista Berlino si può considerare l’autentica locomotiva della Germania: nella capitale la percentuale dei pernottamenti di ospiti stranieri ammonta al 45%, nel resto del Paese raggiunge a stento il 18%».

Foto di copertina: Berlin Panorama  © Steve Collis – CC-BY-SA 2.0

Leave a Reply