Un giovane tedesco ha inventato un airbag per smartphone che rivoluzionerà i cellulari

Un giovane studente universitario tedesco ha progettato il ADCASE, un airbag per il cellulare.

Quanto bello sarebbe poter proteggere il proprio cellulare dagli urti improvvisi. La rivoluzionaria invenzione di Philip Frenzel, un giovane studente tedesco di meccatronica dell’università di Aalen in Germania, ha cambiato tutto. Frenzel ha infatti progettato un “airbag” specifico per gli iPhone. Si tratta più precisamente dell’ADCASE, un geniale dispositivo di protezione che si attiva non appena il telefono viene fatto cadere accidentalmente. Il prodotto non è ancora disponibile sugli scaffali dei negozi, ma lo sforzo del ragazzo è sfociato in una tesi di laurea, che gli ha permesso anche di ottenere un brevetto di alto livello.

Il ragazzo si è ispirato alle zampe del ragno per l’ideazione del prodotto

Prima di poter pianificare il disegno, Philip Frezel, ha provato tutte le possibili protezioni e cover per smartphone sul suo iPhone. ma non è mai stato pienamente soddisfatto. Inizialmente, il ragazzo aveva ideato un airbag morbido come quello per le macchine, ma non si è dimostrato efficacie. Dopo due anni di lavoro, Philip e il suo team sono riusciti a creare un dispositivo compatibile per l’iPhone 6. ADCASE è una cover che si integra perfettamente a questo tipo di smartphone. In pratica, quando il cellulare scivola dalle mani, il dipositivo rileva il rischio di caduta e prima che possa urtare a terra, si apre per proteggere sia la parte anteriore che posteriore  del telefono. Le diramazioni del congegno somigliano molto alle zampe di un ragno e la struttura è molto efficace e simpatica da vedere.

Video Youtube che spiega come funziona il nuovo airbag per cellulari.

Grazie alla sua geniale innovazione, Frenzel ha ottenuto la laurea in meccatronica e un rinomato brevetto

Fin da piccolo, Philip Frenzel è sempre stato interessato alla robotica e al modellismo. Da grande infatti ha deciso di studiare meccatronica. Il suo supervisore all’università di Aalen, il professore Arif Kazi, è rimasto stupefatto dalla brillante idea del ragazzo e si è offerto di seguirlo per la sua tesi di laurea. “L’airbag mobile” per il momento non è ancora disponibile nei negozi, ma prima o poi verrà messo in commercio. Philip è riuscito ad affascinare la Società di Meccatronica tedesca, che gli ha fatto conseguire a pieni voti la laurea e gli ha permesso di ottenere un brevetto di alto livello.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto copertina: © Youtube.

Leave a Reply