Ve la do io Berlino! Capitolo 1 – La Germania e il canone televisivo

[sharethis]

di Maurizio Rocca *

Inauguro con questa nota la rubrica dal titolo: “Ve la do io Berlino!”. Con questa rubrica voglio mettere in risalto e ridimensionare alcuni luoghi comuni che circolano non solo su Berlino, ma su tutta la Germania e probabilmente su molti paesi europei e nel mondo. Parlo di Berlino perché oltre ad essere contribuente pagante tasse senza possibilità di evasione, dopo l’Italia è la realtà che conosco meglio in quanto ci vivo da oramai 5 anni, parlo quindi con cognizione di causa. Noi che siamo sempre ad urlare che l’erba del vicino è più verde, che in Italia si subiscono le angherie antidemocratiche più disumane nel mondo, che certe cose, storte, ce le abbiamo solo noi o esistono solo da noi alcune volte dovremo ricrederci.

Quante volte abbiamo sentito o abbiamo letto post su Facebook contro il canone RAI? Non voglio entrare in merito sulla questione ed ovviamente non darò giudizi, anche perché sono abbastanza logici e scontati, non è questo il mio scopo in questa veste, ma quando sento dire che: “Negli altri paesi europei non esiste!”, “E’ la solita tassa italiana perché non sanno più come rubarci i soldi!” ecc… per onestà intellettuale dissento.

…continua a leggera l’articolo su Zingarate

5 Responses to “Ve la do io Berlino! Capitolo 1 – La Germania e il canone televisivo”

  1. simone

    6 mesi fa ho ricevuto 2 lettere, senza ricevuta di ritorno, che ho prontamente ignorato. Vedremo la terza…

    Rispondi
  2. Asdante

    Che succede se non pago questa porcata?

    Rispondi
  3. alberto

    direi ineccepibile! giusto per tappare un po’ la bocca a chi dice sempre che e’ tutto meglio all’estero (magari prendendo solo il meglio di un settore da una parte, di un altro dall’altra…).
    Solo una piccola nota… non c’entra molto la “democrazia” col fatto di pagare di piu’ o di meno la tassa sulla televisione ne tantomeno con la facilita’ con cui in italia si puo’ evadere e in germania no…

    Rispondi
  4. stripedcat

    lo trovo caro ma pago volentieri.
    in germania la tv è un servizio pubblico.
    in italia no.

    Rispondi
  5. Andrea

    Ottimo articolo! Che molte cose in Germania funzionino meglio che in Italia é fuori di dubbio, peró apprezzo queste notizie, non nel senso di “mal comune mezzo gaudio” ma come sacrosante precisazioni…non cerco il pelo nell’uovo e adoro Berlino, ma se dovessimo dare retta a ció che circola sui social network, parrebbe che la Germania sia il paese di bengodi con stipendi minimi da 3000 euro e zero tasse.

    Rispondi

Leave a Reply