Viaggio, vino e vita: a Berlino la presentazione del libro di Francesco Antonelli

Berlino si fa teatro di divagazioni sul viaggio, sul vino e sulla vita in occasione della presentazione del libro “Divino Andino, viaggi e assaggi all’ombra della Cordigliera” di Francesco Antonelli.

Anche stavolta Berlino fungerà da scenario per un incontro imperdibile dal titolo Il viaggio, l’estasi e il tormento. Il Deriva-Neukölln ospiterà la presentazione del libro “Divino Andino, viaggi e assaggi all’ombra della Cordigliera” di Francesco Antonelli. Moderato da Angela Nicoletti, l’incontro verrà accompagnato da letture di stralci di Cèline e Fassbinder, interpretati dall’attore Maurizio Lupinelli. L’evento si terrà lunedì 27 febbraio 2017, dalle 20:00 alle 22:00. Specialità della serata: il Pisco Sour, tipica bevanda peruviana a base di uova. 

Il romanzo

“Il viaggio della vite per il mondo, e di conseguenza del vino, è come il viaggio dell’uomo. Si nutre del caso, degli incontri, di uomini visionari, grandi fallimenti, successi alle volte. È sempre di grande umanità”. Che cos’è il viaggio in solitaria se non un’esperienza ricca di contraddizioni? Quando viaggi da solo, entri in contatto con la parte più profonda e spirituale di te stesso, ma al contempo riesci a riconciliarti con l’umanità intera. A un tratto capisci che passioni come l’amore, l’euforia, la tristezza siano sentimenti straordinariamente universali, in grado di valicare distanze fisiche ed etnografiche. A volte basta però un semplice bicchiere di vino per ottenere un risultato simile, ed è proprio da questa intuizione che nasce il romanzo dello scrittore ravennate Francesco Antonelli. Nel suo “Divino Andino, viaggi e assaggi all’ombra della Cordigliera”, Antonelli raccoglie le esperienze enologiche più importanti fatte durante un viaggio in Sud America, e ci restituisce tutta la magia e la bellezza di quei paesi.

Francesco Antonelli

Francesco Antonelli nasce a Ravenna e comincia a viaggiare fin da subito nell’ambito delle tournée di un’importante compagnia teatrale. Dopo la laurea in giurisprudenza si avvicina al mondo dell’enologia frequentando un corso da assaggiatore e partecipando a numerose degustazioni. La scrittura diventa il luogo privilegiato dove convogliare l’amore per il vino, i viaggi e l’avventura. Attualmente vive a Ravenna dove gestisce l’enoteca Baldovino.

Maurizio Lupinelli

Maurizio Lupinelli è attore e regista teatrale. Dal 1990 fa parte del Teatro delle Albe ed è in scena nei maggiori teatri italiani ed europei con gli spettacoli diretti da Marco Martinelli. Con quest’ultimo fonda l’anno successivo la “Non-scuola”, che coinvolge ogni anno circa 400 ragazzi degli istituti superiori di Ravenna. Nel 2007 assieme all’attrice Elisa Pol fonda la compagnia Nerval Teatro, iniziando un viaggio artistico attraverso i testi teatrali di Antonio Moresco. Nel 2015 realizza “Attraversamenti”, ispirato al mondo e ai personaggi di Samuel Beckett, coinvolgendo quindici attori diversamente abili, utenti della Cooperativa Sociale Nuovo Futuro di Rosignano Marittimo. Infine, nel 2016 si fa portavoce di un percorso di esplorazione dell’universo poetico di R.W. Fassbinder che fa tappa anche nella capitale tedesca. A Berlino conduce un laboratorio teatrale.

Il viaggio, l’estasi e il tormento

Dove. Deriva-Neukölln, Mainzerstraße 23, 12053 Berlino.

Quando. 27 febbario 2017, dalle 20.00 alle 22.00

Ingresso gratuito

Evento Facebook

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: TURISMO © Marina Balasini & Juan Montiel CC BY 2.0

Related Posts

  • Venerdì 30 settembre 2016 alle 18:30 la Fondazione Giorgio Amendola di Torino presenterà a Berlino Il Telero di Carlo Levi. Da Torino un viaggio nella Questione Meridionale, libro realizzato insieme all'Associazione Lucana Carlo Levi. Carlo Levi, uno dei giganti del Novecento letterario italiano e autore di Cristo si è fermato a Eboli, fu anche antifascista, talentuoso pittore e primo presidente…
  • Due fratelli, Theo e Gustav, alla ricerca della propria sorella maggiore Alex, in una Berlino distopica, dove ormai da anni si porta avanti il Piano Mitte, che vuole omologare ciascun quartiere in comunità con il medesimo stile di vita. Questo il filo conduttore del romanzo collettivo "Berlin Alex Mitte", edito…
  • «Hunger Games, Percy Jackson, Maze Runner, Divergent, Shadowhunters. Sono tutte saghe scritte da autori americani e ambientate in America. Perché noi europei, che avevamo una solida tradizione nel romanzo d'avventura per ragazzi, abbiamo lasciato il completo monopolio del genere agli Stati Uniti?». Da qui nasce la saga per ragazzi Berlin, scritto a…
  • Quest'anno la Società Dante Alighieri di Berlino compie 60 anni. Situata nel quartiere Schöneberg, in Nollendorfstraße 24, è stata fondata nel 1956 ed è diventata ben presto un punto di riferimento per gli italiani a Berlino, ma anche per chiunque voglia conoscere la lingua e la cultura italiane. Proprio per questo Fabio…
  • Italiani o berlinesi? Italiani e berlinesi? Italo-berlinesi? La scelta di una congiunzione o di un segno grafico potrà apparire un mero esercizio retorico, ma con essa si mettono in discussione e a confronto interi universi concettuali ed esperienziali. L’interrogativo sull'identità individuale e nazionale. Sull'appartenenza a un luogo, a una collettività…

Federica Zeppieri

Viaggiatrice instancabile e lettrice insaziabile, amo tutto ciò che rappresenta evasione fisica e mentale. Gli aeroporti e le librerie sono i miei luoghi preferiti. Adoro la sabbia, l'odore della benzina, gli ostelli sovraffollati, le supercazzole, i film trash e la polemica fine a se stessa. I miei sport preferiti sono il disegno e il trekking in solitaria. Cervello germanico e cuore latino, di giorno passeggio per le strade di Berlino, di notte sogno il Brasile.

Leave a Reply