We are the world, il commovente canto dei berlinesi nel luogo dell’attentato

Schermata 2016-12-22 alle 10.04.44

Si sono ritrovati davanti alla piazza del mercatino dell’attentato, Breitscheidplatz ieri mattina, mercoledì 21 dicembre, per cantare  We are the world e altre canzoni a commemorazione delle vittime dell’attentato di due giorni prima. Ad organizzare il tutto, con testi stampati distribuiti anche ai passanti, è stato il coro Everybody Can Sing, diretto dalla cantante Jocelyn B. Smith. Sul retro delle stampe, sia in inglese che in tedesco, la scritta “Berlino rimane unita” e “Non ci divideremo”.

Il video, inizialmente reso pubblico dalla Berliner Morgenpost (qui l’originale) segue con altre canzoni cantante sempre con un misto di commozione e voglia di dimostrare il proprio piacere di ritrovarsi assieme e dimostrare il proprio ottimismo riguardo al futuro. Berlino non cambierà.

Banner Scuola Schule

Related Posts

  • Di Marta Baggiani* Mamma, morirò in un attacco terroristico. Ve lo dico perché è molto probabile che ciò accada. Faccio parte di quella parte privilegiata di giovani over 20 che hanno avuto la possibilità di studiare e girare un po' il mondo. E non l'hanno fatto per poi chiudersi in casa. …
  • A due giorni dall'attacco che ha colpito Berlino la sera di lunedì 19 dicembre, le forze dell'ordine sono sulle tracce di un nuovo sospettato. Il bilancio delle vittime rimane fermo a 12. Disperse l'italiana Fabrizia Di Lorenzo e apparentemente una donna di nazionalità israeliana. Dall'autopsia effettuata sul corpo dell'autista polacco…
  • Secondo informazioni della rbb, il 24enne tunisino Anis Amri, sospettato di essere l'esecutore dell'attentato di Breitscheidplatz, sarebbe stato ripreso da una videocamera poche ore dopo l'attacco nel quartiere berlinese di Moabit nei pressi di una moschea. La stessa moschea è stata perquisita stamattina dalla polizia e già definita da altri ambienti islamici della capitale…
  • Berlino. Sarebbero tre gli italiani coinvolti nell'attentato di ieri sera a Breitscheidplatz. Due solo lievemente feriti. Fabrizia Di Lorenzo, 31enne di Sulmona a Berlino dal 2013, compariva nella lista dei dispersi già da questa mattina. Il suo cellulare sarebbe stato ritrovato nelle vicinanze del luogo della strage da un ragazzo che lo ha poi consegnato…
  • Tutte le dodici vittime dell'attentato al mercatino di Natale di Breitscheidplatz sono state identificate. Sette sono di nazionalità tedesca, una ceca, una ucraina, una israeliana, una polacca e una italiana, la 31enne di Sulmona Fabrizia Di Lorenzo. Lo ha fatto sapere il Bundeskriminalamt (BKA), la polizia criminale federale, che però per motivi…

Leave a Reply