Wowereit si dimette da sindaco di Berlino. L’ultima proposta? Distributori di birra gratis in metropolitana

L’11 Dicembre sarà la data delle dimissioni dall’incarico di sindaco di Berlino durato 13 anni e mezzo del celebre Klaus Wowereit annunciate circa due mesi fa dopo le tante polemiche riguardo i ritardi dell’inagurazione del nuovo aeroporto di Berlino (ne parlammo qui)

Una personalità, quella di Wowereit, che non è stata immune a critiche avanzate talvolta dal suo stesso partito , a causa del taglio controcorrente e trasgressivo che il sindaco ha sempre voluto dare al suo servizio alla città di Berlino. Indimenticabile però la sua affermazione precedente all’elezione a sindaco del 1995 quando, dopo che la sua vita privata era stata messa sotto la lente d’ingrandimento dei media: “Ich bin schwul und es ist auch gut so!” (“Sono gay e va anche bene così!”)

Nonostante le critiche recenti è indubbio che Wowereit sia riuscito ad entrare nel cuore di molti cittadini berlinesi e a farsi amare anche grazie a questo suo sentirsi vicino alla vita quotidiana, compresa la leggerezza, dei suoi concittadini. Durante il suo ultimo comizio in parlamento si è addirittura augurato scherzosamente l’attuazione di una nuova legge, secondo cui, d’ora in poi, in ogni metropolitana e in ogni tram di Berlino dovrebbero essere installati dei distributori automatici gratuiti di birra. Secondo la Welt,  il sindaco vorrebbe che la città facesse un passo ulteriore in direzione della propria affermazione come capofila delle capitali della festa. A chi lo ha criticato per l’originale progetto, Wowereit ha risposto che c’è troppa serietà fuori luogo e noioso perbenismo. “Avere dei distributori di birra a bordo delle metro e degli altri trasporti pubblici beneficerebbe tutti cittadini, dagli operai ai business man, dagli studenti ai padri di famiglia, soprattutto durante il weekend quando sono davvero di più i passeggeri con una birra in mano che quelli senza”. La chiusura del suo discorso è altrettanto leggera. “Sono il Regierender Partymeister”, ossia “ Maestro della festa in carica”, storpiando il nome del suo ruolo di “Regierender Buergermeister”, ossia “Sindaco in carica”.

Un sindaco, insomma, che non rinuncia all’autoironia, nonostante il peso e la levatura dell’incarico ricoperto per tanti anni ; un sindaco che non dimentica, nel suo discorso, di ringraziare più e più volte il proprio partito, per avergli dato la possibilità di governare la città per così tanto tempo, le coalizioni, per aver collaborato in modo costruttivo, e infine anche l’opposizione, non tanto per averlo contrastato, ovviamente, quanto per averlo fatto il più delle volte in modo corretto e posato. Il tutto senza nascondere la sua propensione alla simpatia. Oltre alla fantasia sulla birra nelle metro, quando si è trattato di definire come siano stati questi anni da sindaco, Wowereit ha ammesso che l’incarico svolto per tanti anni con devozione e totale coinvolgimento, non gli ha procurato solo gioia, bensì è stato un onore e, soprattutto, un divertimento

Il successore di Klaus Wowereit sarà Michael Müller , attuale Senatore per lo Sviluppo Urbano e per l’Ambiente di Berlino. Speriamo che anche lui, al di là della competenza e dell’impegno che dovrà impiegare per gestire questa nuova fase di vita della capitale tedesca (ed i suoi tanti problemi), riesca ad entrare in sintonia con i suoi concittadini…

Photo © Tim Lucas CC BY SA 2.0

Related Posts

Carlo Barbini

Musicista, cantautore, studente di Biologia Molecolare alla Humboldt Universitaet, amante della scrittura, del cinema, tanto innamorato della propria Venezia, quanto attratto dalla Grande Mela e sempre assetato di novità, viaggi e spritz!

Leave a Reply