17 opere di Le Corbusier sono patrimonio UNESCO: ecco dove si trova quella tedesca

Il 17 luglio scorso 17 opere dell’architetto svizzero Le Corbusier sono state inserite nella lista dei beni patrimonio dell’Unesco. Le costruzioni si trovano in sette paesi diversi: Francia, Svizzera, Germania, Belgio, Argentina, Giappone e India. Quella tedesca, la Haus der Weissenhofsiedlung, si trova a Stoccarda. Tra le figure più importanti dell’architettura contemporanea, Le Corbusier ha vissuto anche a Berlino, dove ha costruito la Corbusierhaus di Flatowalle, in zona Charlottenburg-Wilmersdorf, che riprende l’Unité d’Habitation di Marsiglia (tra le opere entrate nella Lista Unesco).

ARCHIV - Das Le Corbusier Haus der Weissenhofsiedlung, aufgenommen am 04.07.2016 in Stuttgart (Baden-Württemberg). Photo by: Franziska Kraufmann/picture-alliance/dpa/AP Images

Le Corbusier. Charles-Edouard Jeanneret-Gris, questo il suo vero nome, è stato tra i fondatori del Movimento Moderno, la teoria architettonica nata tra le due guerre mondiali caratterizzata da funzionalismo e razionalismo. La sua carriera di architetto inizia nel 1920, nonostante i suoi studi comincino già nel 1907. Lavora soprattutto in Francia, ma viene chiamato anche all’estero, dove il suo stile rivoluzionario viene apprezzato e lascia una traccia profonda nella teoria urbanistica e architettonica. Le Corbusier cerca infatti di creare uno spazio urbano capace di accogliere le masse lavoratrici di ogni livello sociale, costruendo edifici che sappiano coniugare le esigenze della vita collettiva e individuale dei loro abitanti, dei paradisi per famiglie.

La Corbusierhaus di Berlino. Costruita nel 1957 per rilanciare il quartiere di Hansaviertel, la Corbusierhaus era stata pensata dall’architetto svizzero sulla base del concetto di modulor. Il modulor è una scala di grandezze che cerca di costruire degli spazi in base a dei principi matematici, che si rifanno alla sezione aurea e sono in accordo con le misure standard del corpo umano. Le Corbusier voleva ricreare a Berlino un edificio che si rifacesse all’Unité d’Habitation di Marsiglia. Tuttavia il progetto non trovò l’approvazione della popolazione locale e venne modificato (anche la zona di collocazione), portando l’architetto a rigettare la paternità dell’opera. Oggi la Corbusierhaus, sita in Flatowallee 16, viene comunque considerata un esempio del genio architettonico di Le Corbusier (ma chiaramente non rientra tra i 17 edifici patrimonio dell’UNESCO).

Le opere patrimonio UNESCO. Già nel 2011 la Francia, insieme ad altri Paesi come la Svizzera, l’Argentina, la Germania, il Belgio e il Giappone ha presentato all’UNESCO la candidatura di 22 opere di Le Corbusier per l’inserimento nella lista dei patrimoni dell’umanità. La candidatura è stata però rigettata perché le opere selezionate non sembravano capaci di esprimere il genio e la bravura dell’architetto. Il 17 luglio l’UNESCO ha infine riconosciuto 17 delle opere di Le Corbusier come patrimonio dell’umanità, tra queste la Haus der Weissenhofsiedlung, a Stoccarda. Nella gallery le foto degli edifici entrati nella lista dei beni UNESCO.

banner fondo articolo

La Corbusierhaus di Berlino – Foto © Manfred Brückels © CC 3.0

Related Posts

  • Un intero edificio di Kreuzberg dedicato a tutto ciò di cui un artista potrebbe mai avere bisogno, questo è molto altro è Modulor Penne, matite, vernici, carta da lettera, pacchi, tessuti, pastelli, libri e riviste d’architettura, moda, design, arredamento, festoni, bombolette spray, acquarelli, taccuini, agende, tele e molto altro ancora:…
  • Arriva a Berlino un concorso fotografico a premi legato al tema della Cultura Industriale, i soggetti presi in esame possono arrivare da qualsiasi città del mondo. La Cultura Industriale, Industriekultur, è lo studio e la ricerca svolta sugli impianti produttivi in disuso da tempo, che rappresentano al contempo aree e spazi…
  • A Berlino, si sa, l'architettura contemporanea la fa da padrona, nuovi progetti firmati da archistar "aiutano" la città a far parlare ancora di sé e delle sue continue trasformazioni, ma Berlino nasconde anche tanti tesori, tutti da scoprire a poco a poco. Un interessante esempio d'architettura nascosta lo troviamo camminando distratti tra…
  • Lasciamoci l'estate alle spalle e diamo il benvenuto a un autunno ancora mite e a tanti eventi culturali nella capitale berlinese! A ottobre il calendario si riempie di feste, concerti, festival di cibo e d’arte e come sempre sarà difficile annoiarsi. Noi di Berlino Magazine siamo in prima linea quanto…
  • “In principio era il materiale solo” (“Im Anfang steht allein das Material”) era uno dei motti del Bauhaus, la più grande scuola di design, arte e architettura del 20° secolo, pronunciato dal pittore tedesco e a lungo suo insegnante Josef Albers. La prestigiosa scuola, fondata a Weimar nel 1919 e…

Leave a Reply