20 giovani cineasti italiani girano un corto sulla Berlino 1989. Ecco come sostenerli ed il party

“1989” è un cortometraggio di diploma di 20 giovani cineasti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Verrà girato a gennaio 2015 ed è attualmente in pre-produzione.

Per poter realizzare il loro progetto, più ambizioso e impegnativo della norma, i ragazzi, allo scopo di finanziare le spese fuori budget e poter realizzare il loro lavoro, hanno deciso di affidarsi al “crowdfunding”, una delle possibili forme di produzione “dal basso” di oggi, che consiste nella raccolta di piccole e grandi donazioni online, da parte di aziende o di semplici privati.

Tra le particolarità di questo cortometraggio vi è infatti quella di uscire dai confini italiani, pur essendo un lavoro di diploma, e puntare direttamente a Berlino, setting unico e fondamentale del racconto.

La storia parla di Katrin, una ragazza di venticinque anni che accompagna suo padre, malato di Alzheimer a Berlino, dove lui è nato e ha vissuto fino alla caduta del Muro, nella speranza che la città riesca a stimolare in lui dei ricordi: si sa, le memorie del passato lontano, con la malattia, durano più a lungo di quelle recenti. Katrin prova a recuperare pezzi del suo passato, a fargli ricordare e, soprattutto, farsi raccontare qualcosa di sua madre, che lei non ha mai conosciuto perché, pochi mesi prima della caduta del Muro, è scomparsa nelle acque della Sprea mentre tentava di fuggire dall’Est della Berlino 1989. Ma quest’esperienza farà riaffiorare un segreto rimasto sepolto per venticinque anni sotto le macerie di una memoria malata, di un mondo che non c’è più, di una Berlino che cambia incessantemente e si rinnova, giorno dopo giorno.

“1989” sarà la prima collaborazione italo-tedesca tra due scuole di cinema come il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e la DFFB (Deutsche Film und Fernsehakademie Berlin) : uno scambio culturale importante che vedrà gli studenti lavorare fianco a fianco e confrontare i rispettivi diversi punti di vista su una storia che ha radici profondamente tedesche ma, per la sua tematica (la ricerca delle radici, il confronto fra passato e presente, l’impatto dei rivolgimenti della grande Storia sulle piccole vicende individuali…), possiede anche valori emblematici di universalità.

Le musiche originali del lavoro, inoltre, vedranno la firma speciale di Teho Teardo, tra i più originali e innovativi musicisti e compositori di oggi. Autore delle colonne sonore dell’ “Amico di Famiglia” e del “Divo” di Sorrentino, de “La Ragazza del Lago” di Molaioli, di “Diaz” di Vicari, Teardo insieme a Blixa Bargeld (frontman degli Einstürzende Neubauten, ex chitarrista di Nick Cave) da più di un anno lavora fianco a fianco nella creazione di un altro connubio musicale italo-tedesco che ha dato vita fino ad oggi al meraviglioso album “Still Smiling”.

Il lavoro avrà la regia di Francesca Mazzoleni, ventiquattrenne che non è affatto nuova a Berlino e ha anche recentemente collaborato con gli stessi Teardo e Bargeld realizzando il videoclip del loro brano “The Empty Boat” dal loro ultimo Ep “Spring”. Nel 2009 ha realizzato a Berlino il video sperimentale “Schonhauser Allee”, vincitore dell’Experimental Film &Video Festival del Festival del Film di Roma e autrice di “Nowhere”, un racconto esplorativo della stazione di spionaggio di Teufelsberg, reso tramite il dialogo tra video, musica dal vivo eseguita da orchestra e voci registrate del passato, rappresentato live lo scorso giugno nella manifestazione “Contro Spazio Visual” all’Auditorium. Il tentativo è sempre lo stesso: il contatto, malinconico, straniante, dialettico, con mondi che stanno scomparendo e il controverso rapporto con la memoria perdurante di essi.

E’ da segnalare inoltre che “1989” avrà una vita molto lunga: gli sceneggiatori Francesca e Pietro Seghetti, con cui lavora da più di tre anni, si sono ispirati al lungometraggio che stanno scrivendo insieme, e che vedrà nel corto un’anticipazione, per pubblico e produzioni, dell’anima del film che stanno preparando.

L’iniziativa di crowdfunding per permettere a questo lavoro di prendere vita ha preso l’avvio poco più di un mese fa con il lancio sul sito igg.me/at/1989shortfilm2   dove vengono presentati con tutti i dettagli la storia, gli autori e i giovani che nei diversi ruoli, dal regista al direttore della fotografia, realizzeranno l’opera.

Il crowdfunding è una forma di produzione che negli ultimi anni sta permettendo la concretizzazione di molti progetti sostenuti dal pubblico stesso. E, come afferma nel video di presentazione il direttore della fotografia di “1989” Emanuele Pasquet: “con anche soli 10 euro si può diventare produttori di un film, di un nuovo tipo di cinema, di un cinema fatto da giovani, si può decidere ed essere parti integranti di un progetto, scegliere cosa produrre e cosa voler vedere al cinema.”

Diffusissimo nel mondo, in Usa è diventata la norma, per le produzioni giovani e indipendenti o anche per quelle di artisti più affermati, per lanciare le proprie idee uscendo dai canali mainstream della produzione cinematografica. È la prima sfida del genere che i giovani del Centro Sperimentale decidono di affrontare con questo progetto italo-tedesco che fino ad ora ha raggiunto un buon numero di adesioni. Tutti i contribuenti che hanno sostenuto l’operazione, oltre che un grazie speciale da parte di tutta la crew nel sito internet e nei social network e quando possibile di persona, durante gli incontri dedicati al corto, ottengono un aggiornamento costante sullo stato del corto, e vari tipi di premi a seconda della donazione fatta (inviti all’anteprima di Roma e Berlino e al party, foto d’autore di Berlino, poster del corto, spillette, sponsorship della propria attività nei titoli del corto…etc…).

Per festeggiare il, si spera, buon esito della campagna, lunedì 8 dicembre alle 20.00 ci sarà un party presso il Kino di Nansenstrasse 22-23 (questo l’evento facebook). A tal proposito Francesca Mazzoleni, la regista, presenta così la serata: “Lunedì 8 dicembre durante il party proietteremo ben tre miei lavori. Il primo, in anteprima tedesca, è il mio documentario su Teufelsberg realizzato con la collaborazione degli Apples in Space e già presentato a giungo all’Auditorium, il secondo è il videoclip ufficiale di Blixa Bargeld e Teho Teardo del brano “The Empty Boat” ed il terzo è il promo di 1989 che ormai speriamo di essere pronti a girare”.

1989 – Crowfunding Party

Lunedì 8 dicembre 2014

dalle 20

presso il Kino

Nansenstrasse 22-23, Berlino

Evento facebook

Leggi anche “Amo Berlino, ma ora vivo in Sicilia”. Intervista esclusiva a Erlend Øye dei Kings of Convenience 

immberlinocacioepepe2

Related Posts

  • 40
    Ovunque si parla di Berlino come della città del presente e del futuro. Tutti ne parlano e molti vogliono trasferircisi. Giusto o sbagliato che sia (non è tutto oro quel che luccica), ecco le 10 ragioni che fanno di Berlino la città del momento. 10-Per la sua scena digitale Jamba…
    Tags: è, non, per, in, berlino, si, i, l, anni, nel
  • 39
    Francesca Mazzoleni, giovane fotografa e regista, classe 1989, è alle prese con un cortometraggio realizzato tra Berlino e Roma. Autrice di cortometraggi e video musciali, ha già molti progetti all’attivo. Il suo ultimo progetto è un corto prodotto dal Centro Sperimentale di cinematografia, in collaborazione con una campagna di crowdfounding…
    Tags: è, in, per, non, come, più, film, berlino, video, francesca
  • 38
    di Renato Indrio Cosa rende Berlino il posto dei sogni di tanti, per non dire il paese della cuccagna? Durerà? Non durerà? Per ora,comunque, le possibilità ci sono, e vanno prese al volo. La prima volta che sono stato ad Amsterdam, per puro scrupolo morale, ho fatto un tour gratuito…
    Tags: in, è, non, i, per, l, più, si, vita, berlino
  • 37
    Sono le 11.06 quando il treno finalmente inizia a rallentare. I miei occhi sono incollati al finestrino, voglio tenere a mente questa sensazione, quasi dimenticata, di sbarcare in una città dal nome importante, che ha in sé qualcosa di speciale. In pochi minuti mi catapulto fuori dalla stazione: sono disorientata…
    Tags: in, è, i, berlino, non, per, si, più, dei, ed
  • 37
    Si intitola semplicemente Berlin ed è lo splendido video di Louis du Mont realizzato con una con una Panasonic Lumix GH4. lo scorso maggio. Per poco più di un minuto e mezzo, partendo da una visione dall'alto della capitale tedesca, l'arrivo del filmamker, fino alla ripartenza. La Sprea, il duomo,…
    Tags: i, berlino, per, è, ed, video, in, si, più, dei

Leave a Reply