A due passi da Berlino c’è un memoriale che ricorda la struggente storia d’amore tra il poeta Heinrich von Kleist e Henriette Vogel

© lotatau, Overview of the grave of Heinrich von Kleist and Henriette Vogel in Berlin-Wannsee, CC BY-SA 3.0

Sulla riva del lago Kleiner Wannsee, giace la tomba del poeta Heinrich von Kleist e di Henriette Vogel, morti suicidi.

Tra Bismarckstraße e il lago Kleiner Wannsee, a sud-ovest di Berlino, giace la tomba del poeta Heinrich von Kleist e della compagna Henriette Vogel, lì dove si tolsero la vita nel novembre 1811. Poiché all’epoca non era consentita sepoltura in cimitero per chi si suicidava, i loro corpi furono interrati sul posto, all’ombra degli alberi di una zona naturale.

L’atto finale del poeta e della sua amante

Thank you. #heinrichvonkleist #kleistgrab #käthchen #kleinerwannsee

Un post condiviso da thelittletease (@thelittletease) in data:

Heinrich von Kleist, poeta dell’età di Goethe, e la sua amante Henriette Vogel, quasi certamente malata di cancro, avevano pianificato le ultime ore del 21 novembre 1811 a dovere. L’oste dell’albergo dove i due alloggiarono – trentaquattro anni lui, trentuno lei – li descrisse come allegri e disinvolti. Ordinarono caffè e materiale per scrivere. Rimasero svegli sino a tarda notte redando lettere d’addio che annunciavano il loro suicidio, placidi e convinti delle loro azioni. Così si legge nella lettera indirizzata alla sorella di Kleist: «possa il cielo donarti una morte solo a metà così gioiosa e indicibilmente serena come la mia». Il giorno dopo andarono al lago Kleiner Wannsee. Presero un tavolo e delle sedie, ordinarono altro caffè. In breve tempo, con romantica esaltazione autodistruttiva, partirono due colpi: lui sparò lei al petto, poi rivolse la pistola a sé stesso in bocca.

Un’attrazione romantica

Il loro fu uno dei patti suicidi più famosi della storia, pur dai dettagli sfumati. Chi dei due abbia preso la decisione per primo e il luogo esatto della morte sono controversi. Non è certo che i due si suicidarono nel punto in cui oggi è possibile visitare le loro tombe. E’ possibile che il suicidio sia avvenuto a una certa distanza, e la tomba o la lapide siano state disposte successivamente. La tomba divenne comunque un’attrazione immediata per i curiosi romantici, cadendo poi in rovina per il resto del diciannovesimo secolo. Fu riqualificata in occasione delle Olimpiadi del 1936. Kleist, ottenuto il riconoscimento dei nazionalisti sul finire del secolo, venne commemorato con l’aggiunta di una pietra in stile nazista. Nel 1941 la tomba fu nuovamente ritoccata, quando i capi nazisti, che rivendicavano il poeta come “uno di loro”, sostituirono l’iscrizione sulla lapide del poeta ebreo Max Ring con una di Kleist stesso sull’immortalità. Nel 2011, per celebrare i 200 anni dalla morte del poeta, il sito è stato riprogettato, restituendo alla lapide entrambe le epigrafi originarie, una per lato, e incidendo anche il nome di Henriette Vogel.

© michael.berlin, Wald gegenüber der Pfaueninsel, CC BY-SA 2.0

Heinrich von Kleist e il riconoscimento non avuto durante la vita

Dal 1807 Heinrich von Kleist visse e lavorò a Berlino. Qui pubblicò le sue storie più importanti e qui avviò il Berliner Abendblätter – un giornale con notizie locali, che andò presto in fallimento. Le sue opere letterarie, così famose oggi, non hanno ricevuto molta attenzione durante la vita, e il poeta visse quasi senza un soldo negli ultimi anni. La mancanza di riconoscimento della sua arte, il suo disagio finanziario e le traumatiche esperienze di guerra potrebbero essere state le ragioni per cui Kleist decise di recarsi al Kleiner Wannsee con la ferma intenzione di togliersi la vita. Per questo suo disegno trovò una compagna di avventura in Henriette Vogel, un’affermata intellettuale, convinta di avere un cancro uterino. L’intera esistenza di Kleist fu essa stessa una continua ricerca della felicità raramente raggiunta sino al tragico patto liberatorio.

Kleistgrab a Wannsee

Dalla stazione della S-Bahn di Wannsee, a sud ovest di Berlino, i visitatori possono ora scoprire di più su Heinrich von Kleist e Henriette Vogel. All’angolo tra Bismarckstraße e Königstraße e sulla strada per il Kleistgrab si trovano affissi cartelli informativi sulla vita e la morte del poeta. Inoltre, i visitatori possono ascoltare estratti raccolti da testimonianze oculari e lettere d’addio tramite audioguide.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © llotatauOverview of the grave of Heinrich von Kleist and Henriette Vogel in Berlin-Wannsee, CC BY-SA 3.0

Leave a Reply