50€ e un gelato: che “gusto” donare il sangue a Berlino. Ecco come fare

Foto di copertina: © rawpixel, Hand Equipment Monitor, BY-SA CC 0.0 

A lanciare l’iniziativa è uno dei più grandi ospedali di Berlino, lo Charité. La struttura oltre che pagare i donatori di sangue adesso regala loro anche un buono per comprare un gelato.

La Berliner Charité, il policlinico universitario berlinese tra i più grandi d’Europa, sta affrontando un vertiginoso calo di donatori di sangue. A tal proposito la struttura ha lanciato un’iniziativa unica nel suo genere: offrire a ciascun donatore un buono per acquistare un gelato.

L’iniziativa dello Charitè

In Germania ogni donatore riceve di norma un assegno il cui prezzo varia in base al tipo di donazione. Allo Charitè il compenso per i prelievi di sangue (che corrispondono all’incirca a 500 ml) è di 20€ mentre per il prelievo delle piastrine è di 50€. Nonostante ciò il policlinico berlinese sta subendo un netto calo di donazioni, e, per far fronte al problema, la struttura ha iniziato a offrire anche un buono da poter consumare in una gelateria circostante.

Perché alla Berliner Charité vi è attualmente un calo delle donazioni di sangue

«Di recente abbiamo circa 40 donatori di sangue al giorno, ma avremmo bisogno di un numero tre volte maggiore per di prenderci cura dei nostri pazienti». Sono queste le parole rilasciate alla Berliner Zeitung della dottoressa, nonché coordinatrice del reparto trasfusioni dello Charité, Yvonne Tauchmann. Nell’ultimo periodo il policlinico berlinese sta attraversando un periodo di forte calo di donazioni di sangue. Tale problematica è causata sia dalle vacanze estive che dalla forte ondata di caldo che sta colpendo la città. Molti, infatti, hanno paura di sentirsi male subito dopo i prelievi proprio per via del caldo. A tal proposito si è fatta avanti l’addetto stampa della Croce Rossa Tedesca Susanne von Rabenau. La donna, come riporta anche la BZ, ha rassicurato gli abitanti con le seguenti parole: «I prelievi di sangue sono del tutto fattibili anche col caldo, bisogna solo assicurarsi di avere da mangiare e da bere».

Le donazioni di sangue. Il metodo italiano e il metodo tedesco a confronto

Prima di tutto bisogna fissare un appuntamento con la struttura ospedaliera che avete scelto. Arrivati in ospedale dovrete affrontare una serie di controlli medici come misurazione della pressione sanguigna, temperatura corporea e stetoscopio. La visita può durare anche un’intera giornata, però il tutto è meno stressante di come può sembrare. A differenza del metodo italiano, che prevede il digiuno prima di ogni prelievo, in Germania avviene proprio l’opposto. Prima di ogni seduta è infatti possibile sia bere che mangiare, e il tutto è offerto dall’ospedale stesso. Per quanto riguarda invece la quantità di sangue che viene prelevata, in Italia è all’incirca 450ml mentre in Germania 500ml.

Come donare il sangue allo Charitè

È possibile mettersi in contatto con il policlinico universitario Charité tramite il loro sito internet. Il reparto che si occupa delle donazioni è l’Institut für Transfusionsmedizin der Charité (L’Instituto delle transfusioni dello Charitè). Qui il sito che vi reindirizza direttamente alla pagina.

Leggi anche “Berlino, ospedali cercano urgentemente personale anche straniero”

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © rawpixel, Hand Equipment Monitor, BY-SA CC 0.0 

Leave a Reply