A Berlino un rider di Deliveroo è stato licenziato per aver detto “La Brexit è una cosa positiva”

Rider Deliveroo ©Deliveroohttps://thefederalist.com/2018/12/10/delivery-guy-in-berlin-fired-after-telling-customer-he-supports-brexit/?fbclid=IwAR0lDXxgTPPewAklneFSulJesjOZYEYTa-q5H_pNu8jGrej3HaMYrs3MqAo

L’opinione sulla Brexit di un rider di Deliveroo non è stata gradita da uno dei suoi clienti

«La Brexit è una buona cosa» queste sono le parole che sono costate il posto di lavoro ad Andres Georgi, 41enne rider di Deliveroo a Berlino. Intervistato da Spiked, Georgi ha dichiarato di aver espresso il suo pensiero davanti a Redfern Jon Barrett, un cliente a cui stava effettuando una consegna. Una volta che Barrett ha aperto la porta, il rider ha notato che all’entrata dell’appartamento c’erano due bandiere, una legata al movimento LGBT e una dell’UE. Georgi ha commentato «mi piace la bandiera LGBT, ma non mi piace quella dell’Unione Europea». La questione sembrava essere finita subito, ma così non è stato. Georgi, infatti, non poteva sapere che Barrett è uno scrittore di origini britanniche, fortemente contrario alla Brexit.

Il violento tweet del cliente ha subito allertato i vertici dell’azienda

Barrett, che vive a Berlino da molti anni, non ha per niente gradito le parole di Georgi. Subito ha pubblicato un tweet per denunciare l’accaduto, in cui scriveva: «Il ragazzo delle consegne di @deliveroo ha iniziato un discorso nazionalista dopo aver visto la bandiera dell’Unione Europea all’entrata di casa nostra. Noi siamo immigrati omosessuali che vivono a Berlino. Deliveroo: per favore non mandare nazisti alla nostra porta». Resosi conto a posteriori del tono molto aggressivo usato e del fatto di aver paragonato l’essere a favore della Brexit con l’appartenenza all’estrema destra, Barrett ha eliminato subito il tweet. Ma si sa che nel web poche cose possono rimanere nascoste e il blog tedesco Ruhrbarone è riuscito a fare uno screenshot del commento prima della cancellazione.

tweet barretthttps://www.ruhrbarone.de/deliveroo-lieferbote-verliert-job-wegen-brexit-aeusserung/159837?fbclid=IwAR3lkQB9Q62xrPFDmS2pW2UpqjaurvO-NXCAlwG3FS83tR4nm63tdRH75Wg
Il tweet di Barrett, da Ruhrbarone

Il licenziamento di Georgi non sarebbe avvenuto solo a causa delle parole del rider

Il tweet è stato visto anche dai dirigenti di Deliveroo. Sempre con un tweet, l’agenzia ha chiesto a Barrett di contattare via mail il servizio clienti per poter spiegare meglio l’accaduto. «Avevo fatto un sacco di consegne nel weekend. Lunedì il mio capo mi ha chiesto se i fatti riportati nel tweet fossero veri» ha dichiarato Georgi nella sua intervista a Spiked. In seguito a tutto l’accaduto, l’azienda ha deciso di licenziarlo. Come riportato da un articolo del The Federalist, Deliveroo avrebbe licenziato Georgi non solo per questo episodio, ma anche per il suo «modo di lavorare non professionale». Nello stesso articolo, però, sono citate le email che la direzione del personale ha mandato a Georgi in cui viene dichiarato che «l’azienda stessa non crede completamente alla storia di Barrett», ma è preoccupata «dai danni che questa vicenda può procurare all’immagine dell’azienda». Al momento Barrett, nonostante sia stato contattato da numerose testate giornalistiche, non ha reso noto nessun commento sulla vicenda.

Leggi anche: Licenziato in Germania? Calcola la liquidazione che ti spetta di diritto

!

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply