Assegnati i premi Massimo Mannozzi 2018 a italiani under 45 distintisi a Berlino nell’ultimo anno

Andrea Liguori e Massimo Mannozzi

Assegnati a Andrea Liguori e Clorinda De Maio i premi Massimo Mannozzi 2a italo-berlinesi particolarmente distintisi nell’anno appena trascorso

È andato ad Andrea Liguori, 36 anni, co-founder di GRAL design e architetto coinvolto in diversi ed importanti progetti edilizi nella capitale tedesca, il premio Massimo Mannozzi consegnato lo scorso 16 dicembre durante l’annuale evento Incontri berlinesi svoltosi presso il ristorante Bacco. A consegnare la statua realizzata dall’artista Fulvio Pinna sono stati il consigliere dell’ambasciata Fausto Panebianco e lo stesso Massimo Mannozzi, nominato nel 1995 Cavaliere della Repubblica tedesca. Il riconoscimento va ogni anno a italiani under 45 residenti a Berlino che si sono particolarmente distinti nell’anno precedente nel proprio campo lavorativo. Qualche settimane prima, lo stesso premio – ma declinato al femminile – era andato a Clorinda De Maio, fondatrice di Infermieri a Berlino. L’evento del 16 dicembre è stato accompagnato dalle parole di Andrea Bocelli che, con una lettera, ha voluto sottolineare dagli Stati Uniti – dove è in tour con il figlio – la vicinanza alle iniziative del suo amico Massimo Mannozzi.

Gli incontri berlinesi e il premio Massimo Mannozzi

Definito dal Tagesspiegel “il più celebre ambasciatore dello stile di vita italiano a Berlino”, Massimo Mannozzi è stato dal 1968 al 2015 il proprietario del Bacco, ristorante che nel corso dei decenni ha ospitato non solo gli amanti del buon cibo italiano, ma anche, sempre che le cose non coincidano, alcune delle più grandi personalità della politica e della cultura internazionale. Freddy Mercury, Willy Brandt, Michael Schumacher, Helmut Kohl, Bruce Springsteen, Marcello Lippi, Gorbaciov, Robert Downey Jr, George Clooney, Rita Levi-Montalcini, Romy Schneider, Pelé e tanti altri altri ancora. Come racconta Roberto Giardina, decano dei corrispondenti italiani in Germania: «È qui che regolarmente noi giornalisti italiani ci ritrovavamo la sera a scambiarci informazioni e previsioni quando cadde il muro di Berlino». Proprio così, radunando più spontaneamente che con un’organizzazione specifica, che da 26 anni Massimo Mannozzi ha cominciato ad organizzare i cosiddetti “Incontri Berlinesi”, periodiche cene con alcuni dei rappresentanti più significativi della comunità italiana e tedesca di Berlino. Dal 2014 questi incontri sono diventati anche l’occasione per l’assegnazione di un premio, il Premio Massimo Mannozzi, all’italiano under 45 stabilitosi a Berlino da meno di 10 anni che si sia distinto per il proprio impegno e lavoro a Berlino.

Photo: © Berlino Magazine

Leggi anche Dai Queen a Downey Jr, 10 ospiti speciali ospiti del mio Bacco a Berlino

Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

One Response to “Assegnati i premi Massimo Mannozzi 2018 a italiani under 45 distintisi a Berlino nell’ultimo anno”

  1. gianni giampaoli

    Very interesting

    Rispondi

Leave a Reply