Gli Albers, la storia della coppia, ex Bauhaus, che fuggì dal nazismo e cambiò la storia dell’arte

Photographer unknown, Josef and Anni Albers, Oberstdorf, Germany, 1927-8 Courtesy the Josef and Anni Albers Foundation. Photograph: Courtesy the Josef and Anni Albers Foundation

Alcuni membri della scuola del Bauhaus, quasi sconosciuti al grande pubblico, hanno scritto importanti pagine della storia dell’arte contemporanea.

Pensando alla scuola d’arte del Bauhaus, alla maggior parte del grande pubblico vengono in mente i nomi di  Vasilij Kandinskij, Oskar Schlemmer o Walter Gropius. Ma all’interno dell’istituto molti nomi meno noti, con la loro attività, hanno lasciato un profondo segno nella storia dell’arte contemporanea. Fra di loro ci sono sicuramente Joseph e Anni Albers.

Chi era Joseph Albers

Joseph Albers nacque il 19 marzo 1888, a Bottrop, nella regione della Westfalia. Figlio di un pittore, insegnò arte nella scuola del suo paese natale dal 1908 al 1913 e, contemporaneamente, cominciò a dipingere. Nel 1918 venne incaricato di decorare le vetrate di una chiesa di Essen. Nel 1919 si iscrisse all’Accademia di Belle Arti di Monaco, suo professore fu Franz Von Stuck. Il suo ingresso nella scuola del Bauhaus avviene nel 1920.  Nella sua sede di Weimar Albers cominciò a frequentare i corsi tenuti da Johannes Itten. Ben presto Walter Gropius, fondatore e direttore del Bauhaus, si accorse delle abilità di Albers. Nel 1923 gli venne affidata una cattedra nel dipartimento di design. Nel 1925 la sede del Bauhaus venne trasferita da Weimar a Dessau. Qui Albers si sedette sulla cattedra di lavorazione del vetro. In quello stesso anno sposò Anni Fleischmann.

Chi era Anni Fleischmann

Anni Fleischmann nacque il 12 giugno 1899 a Berlino. Fin da giovane cominciò a dipingere e studiò pittura con l’artista impressionista Martin Brandenburg. Le parole di disprezzo verso la sua arte del famoso pittore espressionista Oskar Kokoschka nel 1919 non la scoraggiarono a smettere la sua attività di pittrice. Lo stesso anno, infatti, si iscrisse alla Scuola di Arti Applicate di Amburgo. Nel 1922 fece il suo ingresso nella scuola del Bauhaus. Dal momento che molti corsi dell’istituto erano vietati alle donne, riluttante la Fleischmann si iscrisse a quello di tessitura, l’unico a cui poteva accedere. Ben presto divenne famosa per l’utilizzo di nuovi materiali tessili e per le sue straordinarie decorazioni geometriche.

Dalla Germania agli USA, il successo dei coniugi Albers

La sede del Bauhaus di Dessau venne chiusa dal regime nazista nel 1932. Molti membri della scuola decisero di lasciare la Germania, compresi gli Albers, anche perché Anni aveva origini ebraiche. Joseph venne chiamato da Philip Johnson a insegnare arte al Black Mountain College, scuola sperimentale appena fondata ad Asheville in North Carolina. Come al Bauhaus anche qui venivano insegnate numerose discipline artistiche partendo dal concetto di educazione progressista. Nonostante non conoscesse una sola parola di inglese, i suoi corsi erano tra i più seguiti. Ebbe, tra i suoi studenti, artisti del calibro di Robert Rauschenberg, Eva Hesse e Kenneth Noland che scrissero alcune tra le più importanti pagine della storia dell’arte americana contemporanea. Parallelamente alla sua attività di insegnante continuò a dipingere. I dipinti di Albers erano composti da forme geometriche accostate tra loro. Tra le sue opere più famose vi è sicuramente Omaggio al Quadrato, serie di dipinti iniziata nel 1949, in cui l’artista gioca con la forma geometrica, ottenendo un effetto ottico di profondità. Anche le creazioni artistiche di Anni ottennero un grande successo negli Stati Uniti. Nel 1949 le sue creazioni tessili furono esposte al MoMA di New York e, successivamente, in una mostra itinerante negli USA dal 1951 al 1953. Successivamente iniziò a lavorare in casa e venne anche chiamata da Walter Gropius per progettare oggetti tessili. Joseph morì nel 1976, mentre Anni nel 1994.

Josef Albers teaching at Black Mountain College, ca.1948. Photograph: Courtesy the Josef and Anni Albers Foundation

Joseph Albers durante una lezione al Black Mountain College nel 1948. Immagine gentilmente concessa dalla Joseph and Anni Albers Foundation

La fondazione Joseph and Anni Albers

Nel 1971 fu istituita la Joseph and Anni Albers Foundation. Fondata dallo stesso Joseph la fondazione voleva promuovere «la rivelazione e l’evocazione della visione attraverso l’arte». Dopo la morte dei coniugi Albers, la fondazione ha continuato ad organizzare mostre e a pubblicare libri soprattutto sull’attività artistica di Joseph e Anni Albers. La sede della fondazione è in un edificio in mezzo a un bosco nella cittadina di Bethany in Connecticut. Qui vengono conservate numerose opere degli Albers ed è stata istituita una ricca biblioteca a cui è possibile accedere per appuntamento.

Leggi anche: La Germania celebra i cento anni del Bauhaus con nuovi musei, mostre e festival

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: ©Josef and Anni Albers Foundation

Leave a Reply