Gli autori di Gomorra scriveranno The Butchers of Berlin, serie thriller nella Germania nazista

The Butchers of Berlin, uno spy-thriller di Chris Petit

Gli sceneggiatori della serie Gomorra, Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli, sono stati contattati dalle case di produzione Connect3 Media, Racine Media e Cineflix Media per scrivere l’adattamento per la TV del romanzo The Butchers of Berlin dell’autore britannico Chris Petit. Scritto nel 2016, il romanzo segue le indagini dell’investigatore August Schlegel, incaricato di indagare su un caso di omicidio sullo sfondo della Germania Nazista del 1943. The Butchers of Berlin è il primo di una serie di volumi incentrati sulle vicende dell’investigatore August Schlegel, nella Germania del Terzo Reich.

The Butchers of Berlin: una produzione internazionale

La realizzazione dell’adattamento televisivo di The Butchers of Berlin si delinea come una produzione internazionale tra Canada, Inghilterra e Italia. I diritti del libro sono stati comprati dalla casa di produzione canadese Connect3 Media e dalla britannica Racine Media. Pablo Salzman, presidente di Connect3, ha dichiarato, in un’intervista a Deadline, che “collaborare con il duo creativo composto da Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli e con Racine Media e Cineflix Media per sviluppare una serie drammatica per un pubblico globale è incredibilmente eccitante. The Butchers of Berlin è un racconto pieno di suspense e non vediamo l’ora di unire le nostre forze per portare sullo schermo questa storia”. Fasoli e la Ravagli stanno attualmente lavorando all’adattamento televisivo del romanzo-inchiesta di Roberto Saviano ZeroZeroZero, prodotto da Cattleya e Fandango e diretto da Stefano Sollima già regista delle serie TV Romanzo Criminale e Gomorra.

The Butchers of Berlin e il rinnovato interesse per la Germania del Terzo Reich

The Butchers of Berlin si inserisce all’interno di un rinnovato interesse da parte della tv nei confronti del periodo storico della Germania nazista. Basti pensare alla serie televisiva Babylon Berlin, anch’essa ambientata durante la fine degli anni ’20. Realizzata nel 2017, Babylon Berlin vede le sue vicende svolgersi nel 1929, durante il periodo della Repubblica di Weimar. Protagonista della serie è il commissario Gereon Rath che viene trasferito da Colonia a Berlino per indagare su un caso. Del 2015 è la serie realizzata da Amazon Studios The Man in the high castle, ambientata in un futuro distopico in cui la Germania nazista ha vinto la II Guerra Mondiale. La serie, tratta dal romanzo di Isaac Asimov La svastica sul sole del 1962 è attualmente alla sua terza stagione.

Dietro The Butchers of Berlin: chi sono Connect3 Media e Racine Media

Connect3 Media, casa di produzione canadese fondata recentemente Pablo Salzman, sta attualmente sviluppando la serie televisiva Mirage, un thriller in sei puntate, e vede la collaborazione di varie case di produzione internazionali tra cui la francese Lincoln TV e la tedesca Wild Bunch Germany. In un intervista rilasciata a Variety, Salzman ha dichiarato che l’obiettivo di Connect3 Media è quello di “costruire una comunità di partner creativi per realizzare prodotti di prima qualità”. Racine Media è una casa di produzione londinese, anch’essa fondata recentemente. Il loro primo film uscirà il prossimo anno ed è l’adattamento del bestseller George di Alex Gino. Salzman e Julien Leroux di Cineflix Media venderanno la serie The Butchers of Berlin al prossimo MIPCOM, fiera dell’industria televisiva che si svolge ad Ottobre a Cannes in Francia e al MIA di Roma, mercato internazionale audiovisivo che si svolge anch’esso ad ottobre.

Leggi anche Babylon Berlin, la serie tv cerca più di 1500 comparse a Berlino.

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © WikimediaImages, CC0

Leave a Reply