Il Bayern di Monaco ha appena acquistato un ex profugo ghanese per 19 milioni di euro

Al Bayern Monaco è in arrivo Alphonso Davies: 17enne originario del Ghana, è nato in un campo profughi.

Sono cifre da capogiro, 18,5 milioni, quelle che il Bayern Monaco ha deciso di sborsare per l’acquisto di Alphonso Davies. Una cifra che mai prima d’ora il club bavarese aveva raggiunto per l’acquisto di  un minorenne. Il calciatore, originario del Ghana ma naturalizzato canadese, ha alle spalle una storia molto particolare. Il giovane, infatti, è nato nel 2000 in un campo profughi ghanese dove i genitori si erano rifugiati per sfuggire alla guerra scoppiata in Liberia. Oggi Alphonso è un vero fuoriclasse ed è pronto ad approdare in uno dei club calcistici più blasonati al mondo. La sua è una bella storia di riscatto e successo.

Alphonso Davies: dal campo profughi a star del calcio

Quella di Davies è una storia da favola che sta facendo già il giro del mondo. Nato nel 2000 in un campo profughi ghanese negli anni della guerra civile in Liberia (da dove provengono entrambi i genitori) Davies è stato accolto in Canada. Nel documentario realizzato dal Vancouver Whitecaps la madre Victoria racconta il terribile ricordo di quando era costretta a calpestare cadaveri lungo la strada per procurarsi del cibo. Il padre Debeah, invece, ricorda che a quel tempo non c’erano molte scelte: o armarsi di una pistola oppure fuggire. Debeah, tra le due, opta per la fuga. La vita si complica, e allo stesso tempo si arricchisce, con la nascita nel 2000 di Alphonso. Procurarsi del cibo e dell’acqua per la loro sopravvivenza e per quella del bambino è la sfida che i due dovranno affrontare tutti i giorni. Grazie a un programma di reinsediamento per rifugiati la coppia nel 2006 giunge in Canada ed è lì che avrà inizio per loro una lenta svolta. Giunti oltreoceano i due si vedono costretti a  lavorare a turni per delle lunghe ore. Alphonso faceva da terzo assistente per i suoi due fratelli più piccoli, cambiando pannolini e preparando da mangiare. Poi arriva il calcio  e all’età di 15 anni il giovane talento approda nel team canadese. Il 6 giugno 2017 Alphonso Davies diventa ufficialmente cittadino canadese, una cosa non da poco nei circoli del calcio. “Alphonso Davies è quel qualcuno che tutti i nostri giocatori possono aspirare a diventare. Sottolinea ciò che è il Canada.”, ha dichiarato all’Emonton Sun l’allenatore della nazionale John Herdman. La madre di Alphonso ricordando la strada percorsa fino ad ora dice: “Sono orgoglioso di Alphonso. Se penso che vivevamo in un campo profughi, senza cibo né vestiti, ed oggi eccoci qui.”

Le caratteristiche del giocatore

Davies è un esterno d’attacco capace di giocare sia nel ruolo naturale di sinistra che a destra. Un ruolo, quest’ultimo, che da mancino gli permetterebbe di accentrarsi e tirare. “Alphonso è un giocatore molto promettente, che lascia ben sperare per il futuro. Ha tanta qualità, e non a caso erano molte le grandi squadre che lo volevano. Siamo felici di essere riusciti a prenderlo” – ha dichiarato il direttore sportivo del Bayern Hasan Salihamidzic. Secondo Bastian Schweinsteiger che lo ha affrontato nella MLS: “Ha grande potenziale: è molto veloce, è forte fisicamente, ha tecnica. Però deve lavorare duramente sulla fase difensiva”.  Alphonso Davies  si potrà trasferire in Germania solo quando avrà raggiunto la maggiore età. Per ora rimarrà nella squadra canadese dei Vancouver Whitecaps. La squadra bavarese l’ha acquistato per 18,5 milioni di euro (14+4,5 di bonus). Nei piani del Bayern Monaco probabilmente sostituirà i giocatori  Robben e Ribery i cui contratti scadranno il 30 giugno 2019.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: ©Youtube

Leave a Reply