Il Funnel Wall, il palazzo di Dresda che suona quando piove

© Maria Assunta Vitale - Hof der Elemente

A Dresda un palazzo suona quando piove. Si chiama Funnel Wall e si trova all’interno del Kunsthofpassage, il cortile più alternativo della città.

Il Funnel Wall (in italiano “la parete degli imbuti”) di Dresda è un esempio lampante di come un’installazione artistica possa combinarsi perfettamente con l’architettura. Il palazzo si trova nella Neuestadt (in italiano la “città nuova”) di Dresda all’interno del Kunsthofpassage, il “passaggio nel cortile dell’arte” considerato una meta obbligatoria per gli amanti dell’arte.

© Fabrizio De Masi - Fullen Wall
© Fabrizio De Masi – Fullen Wall

Il Funnel Wall, il palazzo che converte la pioggia in musica

Il Funnel Wall, il palazzo che suona quando piove, si trova nell”Hof der Elemente” (in italiano “il cortile degli elementi”) del Kunsthofpassage. Progettato dalla scultrice Annette Paul e dai designer Christoph Rossner e Andre Tempel, la facciata presenta una serie di grondaie e tubi a forma di strumenti musicali. La facciata è stata progettata secondo il metodo della “macchina di Rube Goldberg” che permette così ai tubi di convertire il suono della pioggia in una sinfonia.

© Maria Assunta Vitale - Hof der Elemente
© Maria Assunta Vitale – Hof der Elemente

Il Kunsthofpassage di Dresda e gli altri cortili

Il Kunsthofpassage (in italiano “il passaggio nei cortili dell’arte) si trova nella zona nuova della città ed è un passaggio che collega due strade: la Görlitzer Straße e la Alaunstraße. A livello strutturale il passaggio è composto da una serie di cinque cortili, che sono: l’Hof der Elemente (il cortile degli elementi), l’Hof der Fabelwesen (il cortile delle creature mitologiche), l’Hof des Lichts (il cortile delle, ce luci), l’Hof der Metamorphosen (il cortile delle metamorfosi) e l’Hof der Tiere (il cortile degli animali). Ogni cortile è stato progettato da un’artista e in ciascuno vi è un tema specifico. Il “cortile degli animali”,  progettato dagli artisti Oliver Matz e Markus Sandnerin, ha come tema la giungla dove vi sono balconi in vimini, scimmie e una giraffa che sembra si stia mangiando l’intonaco del palazzo. Tra gli altri cortili troviamo poi il “cortile delle luci”, dove su una facciata in un giallo sgargiante vi sono degli specchi metallici che riflettono la luce a secondo della posizione del sole. Il “cortile delle creature mitologiche” è stato progettato dall’artista Viola Schöpe e sulle pareti sono presenti decorazioni di animali, figure fantastiche, stelle e comete. Infine abbiamo il “cortile delle metamorfosi” progettato dall’artista Arend Zwicker, dove la facciata presenta, solo di sera, una serie di illuminazioni.

© Maria Assunta Vitale - Hof des Lichts
© Maria Assunta Vitale – Hof des Lichts
© Maria Assunta Vitale - Hof der Fabelwesen
© Maria Assunta Vitale – Hof der Fabelwesen

La Neuestadt, la zona nuova di Dresda amata dagli artisti

Dresda è una città unica nel suo genere in quanto permette ai suoi abitanti di vivere due zone totalmente diverse tra loro. La città sassone è divisa infatti in due una zone: una “vecchia” chiamata in tedesco per l’appunto “Altstadt” e una zona “nuova”, in tedesco “Neustadt”. Nella prima vi sono i famosi monumenti in stile barocco come la Frauenkirche e lo Zwinger. La zona nuova di Dresda si trova sull’altra sponda del fiume Elba ed è la parte della città che non è andata completamente distrutta dai bombardamenti degli alleati durante il secondo conflitto mondiale. Oggi presenta un look molto bohème caratterizzata da un’atmosfera vivace e alternativa: la zona, non a caso, è considerata il cuore pulsante della vita notturna con i suoi innumerevoli locali.

Kunsthofpassage

Görlitzer Str. 21-25, 01099 Dresden
aperto dal lunediì al sabato dalle ore 11 alle ore 19:30
domenica chiuso
sito internet

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Maria Assunta Vitale – Hof der Elemente

Leave a Reply