In una galleria di Berlino c’è una mostra anti-nazista identica a quella di 80 anni fa a Londra

La mostra londinese era una protesta degli artisti “degenerati” contro la censura nazista.

Un’esposizione dal titolo “Londra 1938: Difesa dell’arte tedesca degenerata” avrà luogo a Berlino per riproporre una parte importante della mostra anti-nazista avvenuta a Londra nel 1938. L’esposizione londinese comprendeva 300 opere di 64 artisti diversi, da Kandisky a Kokoschka, passando per Max Liebermann. Molti di loro furono costretti all’esilio e i loro dipinti non vennero esposti nei musei tedeschi. Ma la mostra anti-nazista in programma, ora, darà la possibilità a 30 di queste opere di essere ammirate anche a Berlino.

Le opinioni dei critici d’arte

L’esposizione è da molti considerata un’iniziativa importante. Non sono, dunque, mancate le critiche. Come riporta il The Guardian, «la mostra di Londra è stata acclamata come la più grande risposta internazionale alla censura nazista, ma alcuni critici hanno protestato per gli sforzi compiuti dai suoi curatori per presentare la mostra come non politica». Nel Manchester Guardian, invece, si sottolinea come questa mostra anti-nazista non sarebbe stata creata se Hitler non avesse esiliato questi artisti. E, ancora, che «l’impressione generale che lascia è quella di un gruppo di uomini che protestano selvaggiamente contro il dolore che hanno subito ingiustamente». D’altro canto, il giornale Der Angriff, quotidiano nazionalsocialista finanziato dal partito, condannò questa collezione. Come si legge ancora sul The Guardian, definì la mostra anti-nazista «arte bolscevica», che non aveva «nulla a che fare con ciò che il popolo tedesco considera arte». Infine, il co-curatore della mostra di Berlino Martin Faass sottolinea che «le storie dietro le immagini sono importanti quanto le opere d’arte. Dopo l’ascesa al potere dei nazisti nel 1933, la maggior parte dei collezionisti, così come gli artisti, non aveva più posto nella società. Speravano che la mostra li avrebbe aiutati a dare forma a una nuova esistenza».

Quando e dove?

L’evento si tiene dal 7 ottobre 2018 al 14 gennaio 2019 presso la Liebermann Villa, aperta tutti i giorni dalle 11:00 alle 17:00 (tranne il martedì). Il biglietto standard per accedere alla mostra costa 8 €, mentre il prezzo ridotto per studenti, disabili e disoccupati è di 5 €.  L’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 14 anni. Come riporta il sito ufficiale della Liebermann Villa, la mostra anti-nazista è organizzata in collaborazione con Wiener Library di Londra, uno dei principali archivi mondiali relativi alla persecuzione dell’Olocausto e del nazionalsocialismo, ed è sostenuta dalla Fondazione culturale federale tedesca.

Liebermann Villa – Berlino

 

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Wassily Kandinsky, Unbenannte Improvisation II, 1914  © Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam. Foto: Studio Tromp, Rotterdam

valentina riolo

Da Crotone a Berlino, passando per Roma e Parigi. Ho lasciato un pezzo di cuore in ogni città in cui ho vissuto. Amo la filosofia e l'arte, l'odore dei libri, le biblioteche e i musei. Amo il rumore delle onde, le albe e i tramonti in spiaggia, i pranzi di famiglia e le riunioni con gli amici in giro per il mondo. Amo le stazioni e gli aeroporti, le partenze e i ritorni, quando ancora è tutto da scoprire e quando ormai hai tante cose da raccontare.

Leave a Reply