Jason Lutes ha terminato dopo 22 anni Berlin, la monumentale graphic novel sugli ultimi anni della Repubblica di Weimer

©Drawn and Quarterly, Berlin cover

I disegni di Jason Lutes fanno rivivere l’atmosfera della Berlino degli anni d’oro.

Berlin è finita. L’ultimo numero della monumentale opera di Jason Lutes è stato pubblicato a marzo 2018. Ventidue anni di lavoro nati nel 1996 quando il fumettista statunitense cominciò a disegnare una graphic novel sula vita berlinese nel periodo compreso tra il 1928 e il 1933. Lutes non aveva mai visitato la città di Berlino. Il suo progetto nacque grazie alla scoperta di un libro di fotografie negli anni ’20 con immagini di spettacoli di varietà, cabaret, teatri e artisti locali. È così che Lutes comincia a realizzare una graphic novel  intorno a due personaggi, il giornalista Kurt Severin e la studentessa d’arte Marthe Müller. La loro relazione è il pretesto per raccontare la Germania di quegli anni. Attraverso le loro vite assistiamo infatti al celebre massacro del primo maggio 1929, il tristemente noto Blautmai (Primo Maggio di sangue) e a tanti altri eventi che hanno portato Berlino e la nazione alla disgrazia del nazismo. In un’intervista per il magazine CBR, Lutes ha dichiarato che la sua intenzione era quella di «esplorare il modo in cui la situazione sociale/politica/economica abbia avuto un impatto sulla vita delle persone». L’accoglienza positiva da parte di pubblico e critica fa sì che Berlin si dimostri subito un successo editoriale tanto che la rivista Rolling Stones ha inserito il fumetto nella classifica delle Migliori 50 graphic novel non dedicate ai super eroi, dimostrando la bontà del progetto.

Una delle tavole della Graphic Novel Berlin di Jason Lutes

Tre volumi per raccontare Berlino

Il progetto iniziale di Lutes era di pubblicare 24 albi, poi ridotti a 22. Dapprima i volumi vengono pubblicati dalla casa editrice canadese Black Eye Productions. Nel 1998 i diritti vengono acquisiti dalla società Drawn and Quarterly che, oltre a pubblicare gli ultimi album, decide di riunire tutti i numeri usciti singolarmente in tre volumi. Il primo libro è intitolato Berlin: City of Stone (La città delle Pietre) e viene pubblicato nel 2000. E’ seguito da Berlin: City of Smoke (La Città del Fumo) e Berlin: City of Light (La Città della Luce). Berlin vede la sua conclusione nel marzo 2018, quando l’editore stampa l’ultimo numero. L’opera di Lutes viene pubblicata anche in Italia. E’ la casa editrice bolognese Coconino Press a credere nella qualità e nell’importanza dell’opera di Lutes e traduce i volumi in lingua italiana. Attualmente sono state stampate solo le prime due raccolte, La Città delle Pietre e la Città del Fumo. Il terzo volume, La Città della Luce, è attualmente in corso di pubblicazione.

Ma Berlin non è l’unico fumetto dedicato a questo periodo della storia tedesca

Quasi in contemporanea con l’uscita dell’ultimo numero di Berlin, altri fumettisti si sono dedicati a descrivere graficamente la Germania del Terzo Reich. Una versione a fumetti del Diario di Anna Frank è stata disegnata da David Polonsky e scritta da Ari Folman, quest’ultimo già autore del lungometraggio di animazione Waltz with Bashir in cui narra le vicende della guerra del Libano del 1982. Nell’autunno del 2018 Nora Krug pubblica la graphic novel Heimat in cui l’autrice narra della vita della sua famiglia durante gli anni del regime nazista. Il filosofo tedesco di origine ebraica Ken Krimstein è l’autore del fumetto The Three Escapes of Hannah Arendt, anch’esso ambientato nella Germania nazista. Riguardo a questo rinnovato interesse verso il periodo del Terzo Reich, Lutes, in un’intervista al Guardian, ha dichiarato che «è molto interessante; in qualche profondo livello siamo tutti connessi verso questo argomento». La graphic novel di Lutes riflette la maturità di temi che ha raggiunto l’arte del fumetto, non più relegato al puro intrattenimento.

Berlin. La Città delle Pietre; La Città del Fumo

di Jason Lutes

acquistabili qui

prezzo per volume 12,75 €

Leggi anche Dieci luoghi di Berlino dove rivivere l’atmosfera della Repubblica di Weimar

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina:  ©Drawn and Quarterly, Berlin cover

Leave a Reply