La grande distribuzione tedesca vuole completamente eliminare le confezioni in plastica entro il 2030

©meineresterampe, CC0, bicchieri di plastica.

Il gruppo Rewe dice addio alle stoviglie monouso in plastica entro il 2020 e agli imballaggi in plastica entro il 2030.

La nota catena di supermercati tedesca, al cui gruppo fanno capo anche Penny Markt e Toom, ha intenzione di mettere al bando le stoviglie di plastica. Una scelta che mira ad accrescere la sostenibilità ambientale della propria offerta. Rinunciare ai prodotti in plastica è di certo quanto mai difficile per le catene di supermercati ma sembra proprio che il gruppo Rewe voglia incamminarsi in questa direzione. Secondo quanto dichiarato da Lionel Souque, amministratore delegato Rewe, il gruppo tedesco mira infatti ad eliminare le stoviglie monouso entro il 2020 e gli imballaggi in plastica entro il 2030. Si pensa già alla loro sostituzione con prodotti ecocompatibili, ad impatto ambientale ridotto, o addirittura nullo.

I prodotti messi al bando

Il gruppo Rewe, con i suoi oltre 6000 punti vendita, aveva già dichiarato guerra alle cannucce in plastica che saranno definitivamente abolite entro il 2019. Il bando ora si estende anche al resto degli articoli monouso in plastica per la tavola. Entro il 2020, sugli scaffali non vedremo più posate, piatti e bicchieri in plastica usa e getta. Questi prodotti, infatti, fa notare Souque, vengono usati per 20 minuti e poi finiscono direttamente nella pattumiera, o peggio, dispersi nell’ambiente. L’azienda si è anche messa alla ricerca di alternative, paventando la possibilità dell’utilizzo di carta a base di erba essiccata o foglia di palma. Un obiettivo ancora più ambizioso è previsto per il  2030. Entro tale termine, infatti, il gruppo tedesco metterà a punto imballaggi ecologici ed ecocompatibili per tutti i propri prodotti.

Anticipare la politica sulla tutela dell’ambiente

Le parole dell’amministratore delegato Souque testimoniano una grande consapevolezza del problema ambientale. «Le imprese e i consumatori dovrebbero attivarsi da soli e non aspettare decisioni politiche», afferma Souque con lungimiranza. «Il tema della plastica è ormai giustamente sulla bocca di tutti. I commercianti sono ora consapevoli del fatto che parte della responsabilità per un ambiente pulito spetta a loro. Il gruppo Rewe con le sue dimensioni è certamente in grado di cambiare qualcosa», ha aggiunto l’amministratore delegato.

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto copertina: © meineresterampe, CC0, bicchieri di plastica.

 

Leave a Reply