La storia dietro la foto del russo che sfidò Himmler con lo sguardo in un campo di concentramento

https://rarehistoricalphotos.com/himmler-prisoner-staring-defiance-1941/?fbclid=IwAR3_9IJiVC6kd81ccb3OWdUmL3-ActeawBL0WbNrSDSy7BQP6eRoHSutGQU

Il coraggio di un soldato sovietico faccia a faccia con uno dei più spietati criminali nazisti

Di certo trovarsi davanti a Heinrich Himmler avrebbe terrorizzato chiunque. Ancor più spaventoso dev’essere stato, per un prigioniero, incrociare il suo sguardo. In una foto del 1941, in cui Himmler visita un campo di concentramento, il soldato sovietico che gli sta di fronte non sembra per niente intimorito dal gerarca nazista. Anzi, gli lancia un coraggioso sguardo di sfida. La foto è stata scattata il 15 agosto del 1941, mentre Himmler era in visita al campo di concentramento Shyrokaya, vicino a Minsk in Bielorussia.

Chi era Heinrich Himmler

Heinrich Himmler era uno degli uomini più potenti (e spietati) all’interno del governo nazista. Fu prima capo delle SS dal 1929 per poi diventare il capo della polizia nel 1936 fino ad arrivare a ricoprire la carica di ministro dell’Interno dal 1943. Insieme a Reinhard Heydrich e Adolf Eichmann fu l’organizzatore della soluzione finale della questione ebraica. Tentò di stipulare una pace segreta con gli Alleati nei giorni precedenti alla disfatta della Germania e, per questo, Hitler ne ordinò l’arresto e la fucilazione. Alla fine della guerra tentò di fuggire, ma il 22 maggio 1945 fu arrestato da una truppa di soldati inglesi vicino ad Amburgo. Venne portato nel campo di prigionia 031 vicino a Bramstedt. Il giorno dopo, mentre stava per essere interrogato dalle forze alleate, morse una capsula di cianuro che teneva fra i denti e morì.

Durante quella visita avvenne un episodio agghiacciante

Il campo di Shyrokaya poteva contenere fino a 2000 prigionieri. Qui venivano internati gli ebrei bielorussi in attesa di essere trasferiti ad Auschwitz e Sobibor ma anche i soldati dell’Armata Rossa che erano stati catturati mentre aiutavano i partigiani nelle foreste della Bielorussia. Himmler era in visita a Shyrokaya con il vice-comandante delle SS Karl Wolff, che nella foto è alle sue spalle. La barbarie del gerarca nazista è testimoniata da un episodio aberrante che è avvenuto quello stesso giorno. Himmler ordinò al comandante del campo di portare 100 prigionieri. Bloccò subito un giovane ragazzo biondo con gli occhi azzurri. Gli chiese se fosse ebreo e se anche i suoi genitori lo fossero. Il prigioniero rispose di sì. Gli chiese se tutti i suoi antenati fossero ebrei. La risposta fu ancora «sì». A questo punto Himmler gli disse che non avrebbe potuto fare niente per salvarlo. Subito ordinò che tutti e 100 i prigionieri fossero fucilati.

Recentemente si è scoperta la vera identità del coraggioso soldato

Per anni si è discusso sull’identità del soldato che sfidò Himmler. Nel 2010 il Daily Telegraph pubblicò questa foto con una didascalia che diceva «Greasley faccia a faccia con Himmler». Greasley era un soldato britannico, famoso per aver dichiarato di essere evaso dal  campo di concentramento dove era rinchiuso per poi ritornarci solo per amore della sua fidanzata Rosa Rauchbach. Ma lo storico Guy Walters, nel 2013, ha dichiarato che il soldato nella foto non è Greasley. Durante la visita di Himmler al campo di Minsk era stato girato un film di propaganda. Walters ha riconosciuto, in una delle scene del filmato lo stesso soldato della foto. Un altro dettaglio notato dallo storico è che il cappello indossato dal prigioniero è quello dei soldati sovietici e non britannico.

Leggi anche: Germania si parla di rendere obbligatorie le visite ai campi di concentramento

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di Copertina: Lo sguardo di sfida di un soldato sovietico contro il gerarca nazista Heinrich Himmler ©Pubblico Dominio

Leave a Reply