La tradizione dell’albero di Natale è nata in Germania nel 1419, ma in pochi lo sanno

Il primo albero di Natale è stato realizzato a Friburgo, in Germania, nel 1419.

Secondo un antico racconto, la nascita dell’albero di Natale (in tedesco der Tannenbaum o der Weihnachtsbaum) sarebbe da collocarsi nel 1419 a Friburgo, dove i panettieri della città decorarono un albero appendendoci pan di zenzero, frutta e nocciole. I bambini dovettero aspettare il giorno di capodanno per poter scuotere l’albero e far cadere le varie prelibatezze. Stando alla leggenda, furono quindi i tedeschi i primi a decorare gli abeti in occasione del Natale. La tradizione si diffuse poi nel resto d’Europa e la famiglia reale inglese la introdusse anche negli ambienti di elite. Nel corso del tempo le decorazioni si sono evolute e, dai tradizionali dolcetti e frutta, si è passati alle palle di vetro, alle luci e a vari altri ornamenti colorati.

Goethe, promotore della tradizione dell’albero di Natale in letteratura

Non solo il primo albero di Natale fu realizzato in Germania. Questa usanza fece la sua prima comparsa nella letteratura proprio per mano del celebre scrittore tedesco Wolfgang Goethe. La prima opera letteraria a fare riferimento ad un albero di Natale fu infatti “I dolori del giovane Werther”, pubblicata nel 1774. In un passo dell’opera, le sofferenze del protagonista vengono messe in correlazione con la gioia provata dai bambini di fronte alla bellezza degli alberi di Natale, decorati con frutta e dolciumi e illuminati dalla luce delle candele. Si dice, tra l’altro, che Goethe fosse un grande amante del Natale e, in particolare, della tradizione di addobbare l’albero e che sia stato lui stesso a diffondere questa usanza nella città tedesca di Weimar.

Le tradizioni natalizie in Germania

L’usanza di addobbare l’albero di Natale è certamente molto sentita in Germania, nonchè una delle tradizioni natalizie ancora in voga, mentre molte altre si sono perdute nel tempo. Si tratta, ad esempio, dei tradizionali canti natalizi dei bambini o del “Wunschzettel”, il biglietto indirizzato a Babbo Natale o Gesù Bambino contenente la lista dei regali che si desidera ricevere il 25 dicembre. Un’usanza molto attuale è invece quella di organizzare i mercatini di Natale – Weihnachtsmärkte – nelle varie città tedesche. In questi mercati (ce ne sono tanti in giro per Berlino, a partire dalla fine di novembre) si possono fare acquisti natalizi e gustare specialità tipiche, come il Glühwein, una bevanda calda a base di vino, zucchero e spezie.

Leggi anche: 5 cose da provare in un mercatino di Natale tedesco


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Photo by Bruno Martins on Unsplash

Leave a Reply