Paul Klee, meravigliosa mostra nella celebre Villa Liebermann di Berlino

© Enklida Allgjata - Liebermann-Villa am Wannsee

A Berlino, in quella che fu la residenza estiva del pittore tedesco Max Liebermann, vi è una nuova mostra sui quadri dell’artista Paul Klee.

La mostra si chiama Max Liebermann und Paul Klee – Bilder von Gärten (in italiano “quadri di giardini”) e vede come protagonisti indiscussi diversi quadri dei due pittori che hanno preso come fonte d’ispirazione il giardino. La mostra si terrà dal 10 giugno al 17 settembre in quella che fu la villa estiva di Liebermann situata a dirimpetto al lago Wannsee.

 © Enklida Allgjata - Liebermann-Villa am Wannsee
© Enklida Allgjata – Liebermann-Villa am Wannsee


“Max Liebermann e Paul Klee – Quadri di giardini”

Il giardino è stato una fonte di ispirazione inesauribile sia per il pittore tedesco Max Liebermann sia per il pittore svizzero Paul Klee. Il primo ha realizzato diversi quadri prendendo come soggetto prediletto il giardino della sua villa di Wannsee. Liebermann, esponente dell’impressionismo, vedeva nella fioritura e nel deperimento delle sue piante, nel gioco di luci e nelle composizioni floreali una vera e propria forma d’arte da ritrarre su tela secondo le sue emozioni e sensazioni. Per quanto riguarda il pittore astratto Paul Klee, l’artista svizzero non prese in considerazione un solo giardino in particolare, ma diversi. In alcuni il pittore ritrae le piante del  giardino dei suoi genitori a Berna, in altri ritrae giardini orientali, in particolare quelli del Nord Africa, che ebbe modo di visitare nel 1914.

Paul Klee Neu angelegter Garten, 1937 © Privatsammlung Bern
Paul Klee, Neu angelegter Garten, 1937 © Privatsammlung Bern

La storia della villa di Max Liebermann a Wannsee

Nel 1909 il pittore tedesco Max Liebermann fece costruire secondo sue rigide direttive una residenza estiva situata proprio dirimpetto al lago Wannsee. L’artista definirà quel luogo come “il mio castello sul lago”. Liebermann amava tanto la sua villa, specialmente il giardino, che fece costruire secondo le sue direttive. Grande quasi 7.000 metri quadrati, fu la principale fonte d’ispirazione per i suoi quadri. Qui, infatti, produsse 200 tele.

Max Liebermann, Laubengang zum Heckengarten, 1920 © Privatsammlung
Max Liebermann, Laubengang zum Heckengarten, 1920 © Privatsammlung

La distruzione del giardino di Liebermann per mano dei nazisti e l’apertura del museo

Dopo la morte del pittore nel 1935 i nazisti obbligarono la moglie di Liebermann, Martha, a vendere la proprietà al Reich. La struttura fu prima adibita ad “ufficio postale del Reich” e poi come campo di addestramento femminile. Verso la fine della guerra la casa fungeva da ospedale militare. Dopo il 1945, la villa Liebermann insieme alla vicina Villa Hamspohn divenne un reparto chirurgico dello ospedale municipale di Wannsee. L’ex Atelier Max Liebermann funzionava come una sala operatoria. In quest’arco di tempo l’amato giardino di Liebermann è andato completamente distrutto. Nel 1997, in occasione del centocinquantesimo compleanno del pittore, la società “Max Liebermann” ha fatto domanda al senato di Berlino affinché la struttura fosse adibita a museo commemorativo. La villa ha aperto le porte ufficialmente nel 2006 e da allora ospita non solo i quadri dell’artista, ma anche mostre di altri pittori di fama mondiale.

 © Maria Assunta Vitale - Liebermann-Villa am Wannsee
© Maria Assunta Vitale – Liebermann-Villa am Wannsee

Max Liebermann e Paul Klee – Quadri di giardini

dal 10 giugno al 17 settembre 2018

Liebermann-Villa am Wannsee

Colomierstraße 3, 14109 Berlin

Aperto dal lunedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 19 (martedì chiuso)

costo biglietto 8 euro

sito internet 

pagina facebook 

Leggi anche: “Dieci quadri tedeschi da vedere almeno una volta nella vita”

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply