Sound of Berlin, guarda in streaming il documentario sulla scena techno di Berlino dall’89 ad oggi

Sound of Berlin racconta l’evoluzione di Berlino e della musica techno.

Sound of Berlin – A journey through the capital of electronic music è un documentario che racconta il legame tra Berlino e la musica techno. Nella capitale ci sono più di 300 locali e ancora oggi è la meta prediletta di moltissimi artisti. Attraverso le voci delle più importanti figure della scena musicale ed artistica techno, il documentario esplora l’evoluzione e la diffusione della musica elettronica dal crollo del Muro ad oggi.

La techno non sarebbe riuscita ad affermarsi in nessun altra città se non a Berlino

Nonostante la techno sia nata a Detroit, si è consolidata nella capitale tedesca. Lo stesso Juan Atkins – considerato il precursore del genere – racconta nel documentario l’influenza del suono tedesco sulle sue composizioni. Nel 1989, nacque un nuovo sound che rispecchiava profondamente la fase di transizione e cambiamento che non solo la Germania, ma tutto il mondo dovette affrontare. Berlino si trovò con centinaia di luoghi abbandonati in cui furono organizzate feste e rave illegali. Il vuoto lasciato dal Muro fu colmato da nuova artisticità e da nuovi generi musicali che riunirono un paese e una popolazione per anni divisa dalla Guerra Fredda. Ancora oggi Berlino è meta di migliaia di artisti e dj e la techno continua a trasformarsi, «non ci sono regole nella musica elettronica, l’unica regola è essere creativi».

Dopo il Muro tutto era possibile a Berlino

Dopo il crollo del Muro a Berlino tutto era possibile. Non c’erano coprifuoco, restrizioni o autorità. Si poteva respirare dappertutto libertà culturale e artistica. Molti dei noti locali di Berlino nacquero proprio come club illegali: l’UFO (ne abbiamo scritto qui), il Bunker, il WMF. E la Love Parade fu sicuramente l’esempio più concreto della voglia di libertà di molti giovani del tempo. La prima edizione del 1989 fu organizzata nella capitale tedesca dove si riunirono più di 150.000 persone. Nel 1999 ci furono invece 1,5 milioni di partecipanti. L’obiettivo degli organizzatori della Love Parade fu quello di portare la techno dalle stanze buie alla luce del giorno, nel pieno centro della città diffondendo coesistenza pacifica e accettazione. Ancora oggi Berlino continua la sua tradizione musicale: dal 2001 il turismo è cresciuto del 250%, con circa 500 locali di cui il 67%, di musica elettronica affermando una vera e propria simbiosi tra techno e Berlino.

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Youtube

0 Responses to “Sound of Berlin, guarda in streaming il documentario sulla scena techno di Berlino dall’89 ad oggi”

Leave a Reply