St. Agnes, l’affascinante chiesa brutalista di Kreuzberg diventata galleria d’arte contemporanea

St. Agnes - Berlin Photo by David Kasparek ©CC 2.0https://www.flickr.com/photos/dave7dean/

St. Agnes è uno degli edifici più interessanti della capitale tedesca, e non solo perché da luogo di culto è stato trasformato in galleria d’arte

La König Galerie è una galleria d’arte contemporanea su Alexandrinenstraße, nel cuore del quartiere Kreuzberg. Uno degli aspetti più interessanti e curiosi di questa galleria è l’edificio che la ospita, una chiesa, per la precisione la St.Agnes.

St, Agnes, la storia recente

Prima di soffermarci sulla particolarità dell’edificio, parliamo del presente, Costruita negli anni ’60 e progettata dall’architetto Werner Düttmann, St Agnes è stata a lungo, dal 2004 al 2015, un luogo abbondato nel cuore del quartiere più multiculturale (e probabilmente meno cristiano) della capitale. La sua nuova destinazione è arrivata dopo 11 anni di “vuoto” grazie a Johann König, mecenate d’arte che, dopo averla acquistata, ha deciso di farne sia la nuova sede dell’eponima König Galerie (fino a quel momento a Dessaustr.) che, usando gli spazi della canonica, la propria abitazione privata dove tuttora vive con la moglie affidando i lavori di restauro all’architetto Arno Brandlhuber.

Oggigiorno la König Galerie ospita oggi le opere di 39 artisti  internazionali. . Ricavò due sale dove esporre le opere d’arte, una nella navata principale e una nella cappella. Oltre alla collezione permanente vengono anche ospitate mostre personali dei più famosi artisti dell’arte contemporanea. Ma sono esposte anche opere di numerosi artisti emergenti. La König Galerie ha anche esposto opere in vari mesi del mondo come il MoMA e il Guggheneim di New York e alla Biennale di Venezia.

Campanile St. Agnes -© Roberto Conte - @ilcontephotography
Campanile St. Agnes -© Roberto Conte -ilcontephotography

St Agnes, l’edificio brutalista

La chiesa di St.Agnes viene progettata seguendo lo stile architettonico del brutalismo. Questa corrente , diffusa a partire dagli anni ’50, prende il suo nome nome dal beton brut, il cemento grezzo, materiale costruttivo usato e largamente esibito nell’Unitè d’Habitation progettata da Le Corbusier a Marsiglia e Berlino, edificio simbolo dell’estetica brutalista. La particolarità del brutalismo è di mettere a vista tutti i componenti costruttivi dell’architettura, le forme e, soprattutto, i materiali. Il brutalismo è stato uno degli stili più discussi di tutto il XX secolo. Le sue forme possenti e ruvide, il grigio cemento lasciato a vista, la ricerca dichiaratamente anti-decorativa e anti-tradizionalista hanno attirato non poche critiche a questo stile architettonico. St. Agnes riprende lo schema delle basiliche classiche con la navata centrale più alta delle due laterali. Il campanile è un immenso parallelepipedo di cemento grigio sormontato da un cubo bianco. Secondo Roberto Conte,  fotografo specializzato in architettura brutalista: «St.Agnes è senz’altro uno degli edifici brutalisti più interessanti di Berlino. La storia di questo edificio lo rende doppiamente interessante, una chiesa che – proprio grazie alla matericità del cemento – riesce a trasmettere un senso di sacro profondo e del tutto peculiare (anche se non da tutti percepito, come è normale che sia) e che diventa un luogo deputato all’arte. Uno spazio espositivo in cui i pieni interagiscono in modo così elegante con i vuoti, dove la sensazione sacrale di quello che era continua ad aleggiare in quello che è ora».

Gli altri edifici brutalisti di Berlino

St. Agnes non è l’unico edificio brutalista di Berlino. A Charlottenburg, nel 1957, Le Corbusier progetta l’Unitè d’Habitation. Il gigantesco edificio ospita ben 530 appartamenti e negozi. L’edificio che ospita l’Ambasciata della Repubblica Ceca sorge in Wilhelmstrasse, nel quartiere di Mitte. La particolarità di questa costruzione e che sono stati utilizzati materiali che non erano mai stati utilizzati in altri edifici brutalisti come il granito e il vetro. La chiesa di St.Agnes non è l’unico progetto in stile brutalista dell’architetto Werner Düttmann. Suo è l’edificio che ospita l’Accademia delle Arti in Parisier Platz, nel quartiere Tiergarten, definita da Düttmann come una «tagliente e modesta scatola».

L'edificio che ospita l'Ambasciata della Repubblica Ceca , da Wikipedia ©CC3.0
L’edificio che ospita l’Ambasciata della Repubblica Ceca , da Wikipedia ©CC3.0

La König Galerie

König Galerie

Alexandrinenstraße 118, 10969 Berlin

aperta dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19

ingresso gratuito

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina :St. Agnes – Berlin Photo by David Kasparek ©CC 2.0

Leave a Reply