Weimar, Dessau, Bernau: 5 consigli per pianificare una visita sulle tracce del Bauhaus

Nelle città di Weimar, Dessau e Bernau sono conservate testimonianze del Bauhaus dichiarate patrimonio UNESCO nel 2017.

Nel dicembre del 1996 – a quasi 70 anni dall’inaugurazione della sede di Dessau – gli edifici del Bauhaus furono dichiarati patrimonio UNESCO. Il Bauhaus o Staatlitches Bauhaus fu una scuola di architettura che operò in Germania tra Weimar (1919 – 1925), Dessau (1925 – 1932) e Berlino (1932 – 1933). La scuola fu anche un movimento culturale e intellettuale che cambiò per sempre il modo di concepire il design e l’architettura del XX secolo. Walter Gropius, Hannes Meyer e Wassily Kandinsky furono i principali esponenti della scuola che aprì i battenti nel 1919 a Weimar sotto la direzione dello stesso Gropius. Con l’ascesa del nazismo la scuola fu costretta a interrompere le sue attività ma ancora oggi conserva tracce di modernità. Di seguito vi proponiamo 5 consigli utili per visitare i luoghi animati da uno dei più celebri movimenti architettonici del XX secolo. 

1) Cosa vedere a Weimar, la città dove fu fondata la prima scuola del Bauhaus (1919 – 1925)

Weimar è una cittadina composta da meno di 70 000 abitanti situata sulla regione della Turingia. Il 1 aprile 1919 Walter Gropius fondò qui la prima scuola Bauhaus. L’istituto si trasformò presto in un centro internazionale architettonico ospitando studenti da tutto il mondo. A Weimar è possibile visitare la Haus am Horn ed edifici Bauhaus che oggi ospitano alcune facoltà dell’Università di Weimar. Inoltre, per la celebrazione del centenario della fondazione della scuola, il 6 aprile 2019, sarà inaugurato un nuovo museo dedicato al Bauhaus che mostrerà i più importanti lavori di Walter Gropius, Paul Klee, Johannes Itten e altri protagonisti della scuola. Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

One for all you architecture and design buffs out there: Haus am Horn in Weimar, first building ever constructed in the Bauhaus architectural style for the Bauhaus Exhibition in 1923. It was completely renovated on the occasion of the 80th anniversary of the Bauhaus in 1999 and it certainly will be one of the stars next year when the Bauhaus is celebrating its centenary. A major new Bauhaus museum is set to open in Weimar in 2019 too, so no excuse not to put this charming town on your travel list 😉 #culturalheartofgermany #weimar #visitthuringia #bauhaus100 #bauhaus #architecture #design #hausamhorn #greatbuildings #modernarchitecture #germany #travel #travelideas #citybreaks 📷 weimar GmbH Guido Werner

Un post condiviso da Cultural Heart of Germany (@culturalheartofgermany) in data:

2) Visitare la città di Dessau, lì dove si trasferì la scuola Bauhaus dopo l’esperienza weimariana (1925 – 1931)

Nel 1925 Gropius e gli insegnanti della scuola furono costretti a spostarsi a Dessau. Nella città potrete visitare molti edifici progettati dagli architetti del Bauhaus. Il più celebre è sicuramente l’omonimo edificio «Bauhaus» situato nella periferia della città tra Gropiusalle e Buhausstraße. La struttura ospita spazi espositivi, una biblioteca e un albergo. Vi consigliamo di proseguire la visita recandovi presso la «Casa dei Maestri» progettata da Walter Gropius che fu residenza di molti esponenti della scuola: László Moholy-Nagy, Oskar Schlemmer, Vasilij Vasil’evič Kandinskij, Ludwig Mies van der Rohe, Paul Klee e molti altri. Da non perdere anche la visita al quartiere Dessau-Törten con le sue case a ballatoio commissionata dalla città alla scuola. Anche a Dessau è prevista l’apertura di un nuovo museo per festeggiare il centenario del movimento architettonico la cui inaugurazione si terrà l’8 settembre 2019.

#bauhaus #bauhausdessau #bauhausinsw

Un post condiviso da basti. (@flanellhemd) in data:

Törtchen, Tröten ähm #törten #bauhaus 😉

Un post condiviso da @ lindaberlin in data:

3) A Bernau troverete un altro sito patrimonio UNESCO: la Scuola Federale dell’ADGB

A Bernau, a meno di un’ora da Berlino potrete ammirare uno dei più grandi complessi realizzati dalla scuola Bauhaus: la Scuola Federale dell’ADGB. Realizzata tra il 1928 e il 1930 la Scuola rappresenta un perfetto esempio di architettura funzionale integrato nel paesaggio naturale. La struttura fu inizialmente ideata per introdurre i sindacalisti a uno stile di vita a contatto con la natura e fu progettata da Hannes Meyer, all’epoca direttore del Bauhaus di Dessau. Sono disponibili delle visite guidate in tedesco. Maggiori informazioni sul sito ufficiale della struttura.

Ausschreibung der Galerie Bernau 2019 findet das 100-jährige Gründungsjubiläum des Bauhauses statt. Die Galerie Bernau widmet der einflussreichen Bildungsstätte ihr Jahresprogramm und möchte im Rahmen von #bauhaus100 historische Zeugnisse ebenso neu entdecken, wie die Bedeutung des Bauhauses für die Gegenwart und Zukunft. Interessierte Künstler*innen können sich bis Freitag, den 25. Mai 2018 im Rahmen der Ausschreibung bauhaus 100 für eine Ausstellung im Jahr 2019 bewerben. Mehr Infos findet ihr unter: https://www.galerie-bernau.de/ausstellungen/bauhaus100.html . . . . . . . . Regrann from @suomi_79 – #architecture#architektur#instaarchitecture#buildings#ig_architecture#bauhaus#denkmal#bernau#tagdesoffenendenkmals#architecture #architektur#unescowelterbe#architekten#architekt#hannesmeyer#hanswittwer#speisesaal#building#bundesschulebernau#bauhausdenkmal#instaarchitecture #photography #ig_architecture#kunst#architektur#leben#swphoto#ic_architecture #art_chitecture_ #photoarchitecture #instagood #bernaubeiberlin #artproject #udkberlin

Un post condiviso da TomTom Galore (@tomtomgalore) in data:

4) Consigliabile recarsi anche a Berlino, ultima residenza della scuola Bauhaus (1932 – 1933)

Anche Berlino dal 1932 al 1933 è stata residenza del Bauhaus dove la scuola si trasferì dopo la vittoria del Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori a Dessau. Professori e studenti furono accusati dal partito guidato da Hitler di condurre uno stile libertario e di essere dei bolscevichi. Il 20 luglio 1932 si concludeva l’incredibile esperienza di un movimento che riuscì a influenzare il design e l’architettura del tempo. La struttura che ospitava il Bauhaus fu distrutta nel 1974, oggi potrete vedere a Birkbuschstraße 49 una targa commemorativa della residenza. Sempre a Berlino vi consigliamo di visitare il Bauhaus Archiv-Museum il cui edificio fu realizzato tra il 1976 e il 1979 basandosi su un progetto di Gropius. L’Archivio conserva produzioni originali della scuola: arredi, tessuti, quadri, grafiche e fotografie.

5) Come spostarsi tra una città e l’altra per visitare le più celebri sedi del Bauhaus

Vi consigliamo di cominciare il viaggio a partire da Weimar, prima residenza della scuola Bauhaus. Essendo ben collegata a Berlino il modo migliore per raggiungerla (se partite dalla Germania) è in treno. Altrimenti in aereo potrete fare scalo presso l’aeroporto di Lipsia-Halle. La città non è molto grande, quindi, è visitabile in mezza giornata, tutto percorribile a piedi o in bici. Per raggiungere Dessau, potete utilizzare la rete ferroviaria (che prevede uno o più cambi) oppure utilizzare la macchina. Essendo Bernau a meno di un’ora da Berlino, dalla stazione centrale di Dessau una volta nella capitale tedesca vi consigliamo di utilizzare la metropolitana (SBahn o UBanh).

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Image via Widewalls 

Comments are closed.