5 ragioni per visitare Bonn, la splendida e monumentale ex capitale tedesca

Il centro storico di Bonn con il suo splendido municipio

Bonn è una città che può riservare molto da vedere all’eventuale turista che si appresta a visitare questo splendido luogo, ma tra tutte le varie alternative non si può tralasciare quella del municipio, che si ritrova circondato da un centro storico che permette di rilevare le differenze tra il passato e il presente, quando questa città era la capitale della Germania ed era rappresentata dai numerosi politici che si recavano presso il municipio con la Mercedes. Da quando Bonn non è più la capitale lo stile di vita della città è cambiato molto, il turismo ha avuto un grande balzo in avanti e adesso questo luogo è diventato la meta per diversi giovani che hanno voglia di trascorrere qualche giorno in un posto completamente nuovo.

Le case-musei di Beethoven e Schumann a Bonn

Oltre ad essere diventata una città molto giovanile, Bonn conserva anche diverse alternative per chi vuole acculturarsi e osservare dei luoghi che per la storia hanno avuto una grande importanza. Tra questi non si possono certamente escludere le case-musei di Beethoven e Schumann, due grandi compositori per quanto riguarda la storia della musica. All’interno di queste abitazioni si possono osservare le stanze dove sono avvenute alcune delle più importanti composizioni musicali, che ancora oggi ci capita di ascoltare quotidianamente.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Weiter geht’s mit unserer Bonn-Tour: Neben dem Beethoven-Haus gibt es natürlich noch andere Denkmäler in Bonn, wie zum Beispiel die Statue auf dem Münsterplatz. Diese wurde im 19. Jahrhundert erbaut und gilt bis heute als das Wahrzeichen der Stadt. Außerdem ist sie bei den Touristen als Hintergrund für Fotos sehr beliebt. Hinter der Statue sieht man das alte Postamt. Nach der Errichtung im 18. Jahrhundert wurde das Gebäude vorerst als Wohnhaus von damals bedeutenden Personen genutzt. Im 19. Jahrhundet wurde dann das Postamt Bonn darin eingerichtet und heute befindet sich dort die Deutsche Post und Postbank. Habt ihr Wünsche für Sehenswürdigkeiten, die unser Kiwi besuchen soll? —— Let’s continue with our tour through Bonn! Besides the Beethoven-House there are of course a couple of other memorials in Bonn, for example the statue at the Münsterplatz, which was built in the 19th century and it is still an important symbol for the city. Besides that, it is also a popular background for pictures among tourists. Behind the statue is the old post office. After it was built in the 18th century, the building was used as a residence for important personalities. In the 19th century, the post office was established and today there is a finance center of the Postbank, Deutsche Post and DHL. Do you have any wishes for places our kiwi should visit? #bonn #followthekiwi #beethoven #muensterplatz #kiwiontour #sightseeing #rednib

Un post condiviso da REDNIB-Clothing (@rednib_clothing) in data:

La casa-museo di August Macke a Bonn

La musica non risulta essere l’unico campo da esplorare all’interno della città di Bonn, poiché si può anche vedere la casa-museo di August Macke, uno dei principali pittori per quanto riguarda il movimento espressionista. Al suo interno si possono vedere le stanze dove il pittore passava le sue ore a dipingere e ad esprimere la sua arte, dove attraverso una semplice abitazione si può provare ad immaginare anche quale potesse essere lo stile di vita di alcuni personaggi importanti che hanno marchiato a fuoco il loro nome nella storia, nell’arte e nella musica.

View this post on Instagram

Elisabeth Erdmann-Macke, geboren am 11. Mai 1888, wäre dieses Jahr 131 Jahre alt geworden. Sie war Muse, Modell, Mutter, kraftvolle Inspiration und realitätsnaher Anker für ihren Mann, August Macke und die zwei gemeinsamen Kinder. In ihrem Licht, möchten wir mit Ihnen am 12. Mai, den Muttertag zelebrieren. Um 11.30 Uhr lädt das Museum zu einer ganz besonderen Sonntagsführung für Mütter, Großmütter und Kinder ein. In der Kuratorenführung mit Dr. Birgit Kulmer, zur aktuellen Sonderausstellung „Gratwanderung. Expressionistische Holz- und Linolschnitte des Expressionismus im Dialog mit zeitgenössischen Positionen“ stehen die expressionistischen, ebenso wie die zeitgenössischen Künstler*Innen im Zentrum. Damit sich Mütter auch wirklich einlassen können, auf diesen unterhaltsamen Spaziergang durch unsere Ausstellung, die ganz neue Dimensionen des Holzschnittes eröffnet, findet parallel zur Führung eine kostenfreie Druckwerkstatt für Kinder im Atelier der Museumspädagogik statt. Hier entstehen lustige Lesezeichen und Postkarten. Im Anschluss können Sie sich gemeinsam, auf ein Erdbeertörtchen im Café Macke freuen. 15 €, inkl. Eintritt, Führung, Kinder-Atelier und Törtchen.

A post shared by Museum August-Macke-Haus (@museum_august_macke_haus) on

Il Duomo di Bonn

Per chi è nostalgico della vecchia Bonn che nasconde il suo fascino culturale e antico, ci sono dei monumenti che hanno visto il corso degli eventi susseguirsi nel tempo e che sono ancora in piedi. Tra questi spicca sicuramente il Duomo di Bonn, che costituisce il simbolo della città stessa, ed è uno dei capolavori dell’architettura romanica tedesca dell’area renana. La chiesa nel corso della storia è stata danneggiata diverse volte, specialmente nel 1934 durante la Seconda Guerra Mondiale, fino a quando nel 1956 venne elevata al rango di basilica minore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#bonn #bonncity #bonncenter #duomodibonn #bonndom #germany #germania #centrocittà #nuvole #pioggia☔️ #sunday #sundaymood #sundaymorning

Un post condiviso da Francesca Benevento (@fra_benevento) in data:

Il miglio dei musei di Bonn

Bonn contiene una grande serie di musei, ma tra tutti ne troviamo alcuni che risultano essere quelli più importanti e che di conseguenza costituiscono il famoso miglio dei musei. A rientrare in questa stretta cerchia culturale sono sopratutto il Museo d’arte e la Casa della Storia, dove si ha la possibilità di compiere un percorso culturale completo che comprende tutti quelli che sono stati e che sono ancora i maggiori campi di espressione, partendo dalla musica fino ad arrivare all’arte e alla cultura storica in generale.

A Bonn c’è anche spazio per la natura

Non solo la casa di Beethoven, musei commemorativi o riferimenti al mondo dell’arte. Bonn riserva anche diverse zone naturali dove poter fare delle belle passeggiate all’interno di qualche parco, osservando qualche lago o semplicemente passando del tempo a rilassarsi e staccare la spina da quella che può essere la classica routine quotidiana. Proprio per questo motivo all’ex capitale tedesca non manca proprio nulla, poiché si può spaziare tra arte e cultura per poi passare anche tra storia e natura.

Leggi anche: Germania, è nata una distribuzione di film italiani. Primo titolo: Orecchie


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: ©herbert2512 Fiore Di Ciliegio Bonn, CC0 on Pixabay

Leave a Reply