A Berlino arriva il Festival dello swing: preparatevi a ballare!

Torna a Berlino il Festival dello swing: un fine settimana all’insegna del ballo e del divertimento, con insegnanti provenienti da tutto il mondo, musica live e lezioni.

Un evento imperdibile per tutti gli appassionati di Lindy Hop, Balboa, Solo Jazz, Collegiate Shag e Aerial, insomma di “swing”: è il Berlin Swing Festival in arrivo dal 13 al al 15 settembre. In realtà il primo appuntamento è già per giovedì 12 con un “pre-party” presso il Frannz Club. Si prosegue il giorno dopo con il vero party inaugurale al Böcklerpark (si balla e si fa un po’ di lezione), vigilia di un sabato e domenica in cui si ballerà da mattina a sera, con lezioni a partire dalle 10 del mattino e serate di festa in varie location. Il sito del festival non è chiarissimo a meno che non ci si registri per uno o tutti gli eventi quindi ciò che vi consigliamo, sia che siate esperti di swing e volete vedere ballerini professionisti dal vivo (e magari provare a copiarli) che neofiti alla ricerca di qualche corso super-intensivo, è di consultare il sito Seguiranno il party di benvenuto, il main party e l’after party, rispettivamente il 13, 14 e 15 settembre. Per maggiori informazioni e per iscriversi all’evento è possibile consultare il sito berlinswingfestival.com.

Let’s dance! Lo swing come fenomeno sociale

Tra i diversi stili legati allo sviluppo dello swing, il Lindy Hop è certamente uno dei più noti. Negli anni trenta e quaranta del secolo scorso è stato un vero e proprio fenomeno di massa, un esempio di integrazione culturale tra bianchi e neri, nonché il primo fenomeno sociale trasversale nella storia degli Stati Uniti. Si balla generalmente in coppia, ma può comprendere anche passi eseguibili da soli. Nella coppia si distinguono due ruoli: il “leader” che guida il ballo e il “follower”. Nelle serate di ballo i passi si eseguono sempre sull’improvvisazione guidata dal leader. La leggenda racconta che il nome del genere sia legato al fatto che Shorty Snowden, famoso ballerino afroamericano dell’epoca, eseguì i suoi passi durante una maratona di danza in occasione delle celebrazioni della trasvolata sull’Atlantico dell’aviatore Charles Lindebergh, anche conosciuto come Lindy.

 

Lo swing dal Cotton Club di New York City al  Frannz Club di Berlino

Lo swing nasce negli Stati Uniti degli anni ’20 come genere musicale e si distingue immediatamente per la sua caratteristica esecuzione di note dal ritmo “saltellante” (appunto swing in inglese), spesso accompagnato da balli frenetici d’ispirazione africana che nel tempo hanno dato origine a stili ben definiti e largamente diffusi ancora oggi. “Non significa nulla se non ha quello swing” oltre ad essere il titolo dell’omonimo brano di Duke Ellington, noto compositore jazz, è diventato anche lo slogan indicativo di un genere musicale sincopato ed unico, rappresentativo di un’intera epoca. Quando, dopo la crisi economica della fine degli anni ‘20, molti musicisti si trasferirono nel vecchio continente, lo swing raggiunse un grande successo grazie anche all’apporto fondamentale di alcuni musicisti bianchi, che con il loro contributo fomentarono sperimentazioni originali. Per questo il jazz è considerato ancora oggi un genere dinamico e in continua evoluzione.

Berlin Swing Festival

Giovedì 12 settembre dalle ore 21:00 alle ore 00:00 al Social Dance del Frannz Club (con Check-in)

Venerdì 13 settembre dalle ore 19:30 alle ore 21:00

Sabato 14 settembre dalle ore 10:00 alle ore 21:00

Domenica 15 settembre dalle ore 10:45 alle ore 20:30

Varie location: per maggiori informazioni consultare il sito

https://www.berlinswingfestival.com/schedule

 

 

Leggi anche: Tutti a ballare! A Berlino arriva il corso estivo di Swing – Lindy Hop in italiano

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Babylon Berlin

Leave a Reply