A Berlino un concerto di Raf Ferrari, maestro del jazz italiano (collaborò con Ian Paice)

Una laurea al DAMS e un diploma al Conservatorio di Frosinone

Nato a Laurenzana in provincia di Potenza, Raf Ferrari, classe 1976, a 19 anni si trasferisce prima a Bologna e poi a Roma per gli studi. Oltre ad essersi laureato al DAMS di Bologna, si diploma anche in jazz e musica moderna al Conservatorio di Frosinone. Fino ai 20 anni si forma principalmente da autodidatta e ha, così, la possibilità di spaziare tra diversi generi musicali. Raf Ferrari si esibisce e comincia a comporre sin da giovanissimo: «L’ispirazione la trovo nella vita reale. Sono estremamente convinto che la composizione, oltre all’esperienza professionale e tecnica, richieda del materiale vivo su cui lavorare. Da artista sento necessario vivere esperienze ed emozioni prima di poter provare a comunicarle agli altri». Sebbene Raf Ferrari pensi di non aver subito l’influenza di nessun artista in particolare, si è appassionato a K. Jarrett, uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi. Allo stesso modo, apprezza sicuramente anche molti dei compositori della tradizione colta europea.

Le numerose collaborazioni con alcuni dei più grandi artisti

Proprio nella città di Bologna, Raf Ferrari si avvicina a più genere musicali: classica, blues, rock e jazz. Dopo la laurea e il diploma, vince una borsa di studio al Saint Louis Music School di Roma. Da questo momento in poi inizia una collaborazione con molti grandi artisti e oggi colleghi. Janny Bae, Rodolfo Maltese (Banco del mutuo soccorso), Gabriele Mirabassi, Maurizio Giammarco, Fabrizio Bosso sono alcuni dei musicisti con cui ha collaborato, a cui si aggiunge Ian Paice dei Deep Purple. «La collaborazione con Ian Paice è stata la realizzazione dei miei sogni data la passione per i Purple», racconta Raf Ferrari. «È stata un’esperienza che ho avuto la fortuna di fare quando non avevo nemmeno 30 anni». Nella sua carriera da musicista, si è esibito su numerosi palchi del panorama nazionale e internazionale: Jammin’ Jazz Festival di Villa Celimontana, Roma Jazz School alla Casa del Jazz,  40° Cantiere Internazionale dell’Arte  di Montepulciano, Walter Jazz Competition, Terni Jazz Festival, Murjazz. Inoltre, è stato recentemente inserito nel Dizionario del Jazz Italiano, in quanto compositore e pianista attivo a livello nazionale.

Raf Ferrari sarà per la prima volta in concerto a Berlino

Per la prima volta a Berlino, il 24 maggio 2019 Raf Ferrari sarà in concerto presso il Badenscher Hof JazzClub alle ore 21.15. Assieme al suo quartetto formato dal violoncellista Vito Stano, il contrabbassista Andrea Colella e il batterista Claudio Sbrolli, porta in tour l’album Quattro, ispirato a tratti e storie autobiografiche tra jazz, musica classica e contemporanea.

Leggi anche: A Monaco nasce il Festival della Letteratura Italiana


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Raf Ferrari

Leave a Reply