Al Museo della Fotografia di Berlino una bellissima mostra sui 100 anni del Bauhaus

Museo della Fotografia

A Berlino una mostra che festeggia i cento anni del Bauhaus

Bauhaus and Photography. On New Visions in Contemporary Art, questo è il titolo della mostra che si terrà a Berlino, dall’11 aprile al 25 agosto 2019 al Museo della Fotografia. L’iniziativa fa parte dell’insieme di progetti volti a celebrare i cento anni del Bauhaus. L’esposizione è curata da Kris Scholz, di cui sono esposte alcune opere, Kai-Uew Hemken, Christoph Schaden, con la collaborazione di Thomas Tode e Christine Kühn.

László Moholy-Nagy Fotogramm (Fotogramm mit Eiffelturm), um 1925 / 1928–1929 Reproduktion des Künstlers von Unikat, Silbergelatinepapier © Staatliche Museen zu Berlin, Kunstbibliothek
László Moholy-Nagy Fotogramm (Fotogramm mit Eiffelturm), um 1925 / 1928–1929 Reproduktion des Künstlers von Unikat, Silbergelatinepapier © Staatliche Museen zu Berlin, Kunstbibliothek

L’ispirazione arriva da una mostra degli anni ’20 del Novecento

Il punto di riferimento per la nascita e la realizzazione della mostra è l’Internationale Ausstellung des Deutschen Werkbunds Film und Foto, esposizione artistica tenutasi tra il 1929 e il 1930 nelle città di Stoccarda, Berlino, Zurigo. L’esibizione, conosciuta anche come FiFo, è diventata all’epoca un vero e proprio manifesto della fotografia e, ancora oggi, rimane un grande esempio della corrente artistica di quel periodo storico. László Moholy-Nagy, pittore e fotografo Ungherese, fu sicuramente uno dei nomi più importanti presenti all’esposizione del ’29. Egli contribuì in maniera significativa alla sua realizzazione allestendone una delle sale, con oltre 300 esposizioni. Con le sue opere portava il pubblico ad interrogarsi sul futuro dell’arte e della fotografia. Concetto ripreso anche nell’esposizione al Museo della Fotografia, che coniuga passato e presente in un mescolarsi di opere di grandi autori, tra cui Moholy-Nagy.

Vivianne Sassen Red Vlei, 2014 Farbabzug, Courtesy Vivianne Sassen © Vivianne Sassen
Vivianne Sassen
Red Vlei, 2014
Farbabzug, Courtesy Vivianne Sassen
© Vivianne Sassen

Una mostra con opere che coprono oltre 100 anni di storia

La mostra è una collaborazione tra l’istituzione museale interdisciplinare della città, Kunstbibliothek – Staatliche Museen zu Berlin, con il museo NRW-Forum di Düsseldorf e la Kunsthalle di Darmstadt. L’esposizione è un tributo al Bauhaus, scuola di architettura, arte e design, nata nel 1919 nella Repubblica di Weimar, ma con uno slancio verso l’arte più attuale. Questo è stato fatto per domandarsi quanto le idee legate al Bauhaus influenzino ancora oggi le opere e la creatività degli autori che vi si ispirano. Vi è un mescolarsi di opere del Novecento, con nomi come Schmidt, Man Ray, Brandt e artisti contemporanei, come Ruff, Teufen, Sassen. La questione che la mostra pone tra le righe è quella di comprendere in che modo la creatività degli anni venti e trenta del Novecento abbia ancora peso nelle scelte stilistiche degli artisti di oggi. 

Museo della Fotografia

Jebensstrasse 2, 10623 Berlino

Martedi, Mercoledì, Venerdì, Sabato e Domenica 11:00 – 19:00

Giovedì 11:00 – 20:00

Leggi anche: Weimar, 5 cose da vedere nella città del Bauhaus (e non solo)


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina:  © Museo della Fotografia

Leave a Reply