Behind the Wall, il cortometraggio con cui un italiano celebra Berlino 30 anni dopo il Muro

Screenshot del video Behind the Wall diretto da Vito Ricchiuti https://vimeo.com/311237393?fbclid=IwAR0kcMdaNeD6KqINrAflyI0mU7xMta0zYkZO9RycQjIk-dEwxqr1Qw8ip3A

«Ero quasi adolescente quando l’arte è entrata nella mia quotidianità e da quel momento non ho mai permesso che ne uscisse»

Sono le parole di Vito Ricchiuti, giovane videomaker napoletano, autore di Behind the Wall, cortometraggio ambientato a Berlino. «Sono stato a Berlino per soli 2 giorni, sempre con lo zaino in spalla con tutta la mia attrezzatura», il risultato è un collage di una serie di iconici luoghi berlinesi: Alexander Platz e i suoi mercatini di Natale, gli animali dello Zoo, gli artisti di strada che animano il lungo percorso dell’East Side Gallery, la Porta di Brandeburgo, il memoriale dell’Olocausto. Le immagini che compongono Behind the Wall, nonostante la scelta di luoghi famosi, non cadono mai nella banalità, ma offrono degli scorci inediti di posti considerati esclusivamente ‘da turisti’ e questo anche grazie alla musica che accompagna il video. La colonna sonora è considerata quasi più importante delle immagini, la musica, infatti è stata la sua prima passione.

«È stata Berlino a darmi il ‘ritmo’»

Come lui stesso ci spiega: «Se dovessi raccontare la mia storia partirei sicuramente dal momento in cui ho scoperto la musica. Ancora oggi sono DJ e producer di musica elettronica e questo mi ha aiutato non poco nel processo di realizzazione dei miei video. Personalizzare, a volte creare da zero, la musica nei miei video mi permette di essere libero, sono io a dare il tempo, sono io a decidere se il cuore dello spettatore deve battere all’impazzata o stare calmo, quasi in estasi». Sicuramente Berlino, i suoi luoghi, le persone che li animano, sono stati di grande ispirazione per la realizzazione di Behind the Wall, tanto che Vito, mentre si trovava come regista del cortometraggio, si è trovato egli stesso a provare «la sensazione di essere lo spettatore di un video. Il contrasto tra i diversi quartieri, i tanti monumenti, i simboli di dolore e quelli di divertimento, Berlino mi dava il tempo».

Il cortometraggio Behind the Wall

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply