«Berlin Vinile, il mio negozio di dischi a Imola dedicato al mio amore per Berlino»

Claudio Galamini

Claudio Galamini è tornato in Italia per aprire un negozio di vinili dedicato alla sua esperienza a Berlino

«Sono rientrato in Italia, a Imola, decisamente ispirato dalla mia esperienza berlinese e ho deciso di aprire un negozio di vinili e musica. Si chiama Berlin Vinile, in onore della città che mi ha ospitato per tanti anni. Ho lasciato l’Italia per la prima volta nel 2001 per fare un’esperienza lavorativa in Florida di un anno. Dopo tanti giri, traslochi e conoscenze mi sono ritrovato a vivere a New York in pianta stabile per 10 anni, fino al 2015. Quello stesso anno mi sono trasferito a Berlino. Avevo bisogno di una nuova avventura, volevo provare a imparare il tedesco e soprattutto mi mancava l’Europa. La differenza di fuso con i miei familiari era diventata pesante, volevo avvicinarmi abbastanza da poterli raggiungerli più facilmente. Ho iniziato quindi un corso full time di tedesco, un lavoro in un ristorante e poi mi sono spostato in un call center. Berlino mi ha dato tantissimo, ha risvegliato in me vene creative che si erano sopite. Sono riuscito a creare la collezione delle U-Bahn e a pubblicare anche un libro e da qui è partita la mia idea per il negozio di vinili.»

A Berlino ha riscoperto il suo amore per la musica

«Ho 44 anni, sono nato e cresciuto a Imola e ci ho vissuto fino ai 26 anni. Lavoravo in fabbrica, ma volevo girare il mondo, esplorare. Il mio sogno era sempre stata l’Olanda. La mia occasione è arrivata quando parlando con un amico ho ottenuto un contatto per lavorare in Florida, al Walt Disney World. Dovevo lavorare come cameriere dentro il parco Disney di Orlando per un anno. Sono rimasto fino al 2015. Ho conosciuto centinaia di persone, cambiato lavori e città, e nel 2003 mi sono stabilito a New York. Per quanto riguarda la mia passione per la musica, ho sempre amato l’elettronica, i giradischi, i vinili e tutta la cultura legata a questo oggetto. I miei due giradischi sono però rimasti a Imola quando sono partito per l’America e quindi smisi di acquistare vinili. Mi ero quasi completamente dimenticato della loro esistenza quando Berlino ha risvegliato in me questa passione. Vedevo DJs suonare dischi e negozi di vinili ovunque. Io ho sempre ascoltato e comprato musica elettronica e visto che a Imola mancava un negozio specializzato in questo genere, ho pensato di aprirne uno dove poter offrire anche questo tipo di musica. È allora che ho ritenuto necessario rendere giustizia a Berlino dedicandole il nome del negozio. Devo tanto a questa città, ha spronato la mia creatività e in più qui ho conosciuto mia moglie

Rientrare in Italia dopo tanti anni passati all’estero

«Ho lasciato gli USA per stare più vicino ai miei genitori e una volta a Berlino ho capito che non ero comunque vicino abbastanza. Tornare a casa spesso comportava voli e spese, anche se meno cari. A volte ho il dubbio di aver fatto un errore, ma ho deciso di provare a tornare in Italia per stare a casa mia. Dopo tanti anni fuori è difficile rapportarmi con la mentalità italiana, sono tornato per il cibo, la famiglia e gli amici di infanzia. Non mi pento di nulla, sono contento di essere qui e di avere aperto il mio negozio “berlinese”, ma ora come ora non mi piace l’Italia che vedo, questa mentalità, questa gestione. Spero di offrire una piccola oasi di internazionalità all’interno del mio piccolo negozio»

Leggi anche: La storia dell’insegnante tedesco che ha fatto il giro del mondo visitando i paesi dei suoi ex-studenti


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Claudio Galamini

Leave a Reply