Berlino, 25 mq a Kreuzberg a più di 1.000€

Un mini-appartamento di Berlino è stato messo in affitto per più di 40€ al metro quadro

Gli alti prezzi degli affitti sono un problema comune a Berlino, nonché un motivo di accese proteste da parte dei cittadini. Negli ultimi anni, infatti, la città ha registrato un costante aumento dei prezzi degli appartamenti, anche nelle zone più periferiche. Una chiara conferma della gravità della situazione berlinese è data da un annuncio immobiliare pubblicato recentemente sul sito Immobilienscout 24, in cui si offriva un minuscolo appartamento di Kreuzberg al prezzo di 1.060€ al mese. La notizia è stata riportata da Berliner Morgenpost, che suppone possa trattarsi del mini-appartamento più costoso di tutta Berlino.

© Immobilienscout 24 

Più di 1.000€ al mese per un monolocale

Un appartamento nel quartiere berlinese di Kreuzberg, in Wrangelstraße, è stato offerto in affitto sul sito Immobilienscout 24 al prezzo di 1.060€ euro al mese. La notizia non è sorprendente di per sé, dati gli standard degli affitti nella capitale tedesca. Ciò che rende questo prezzo una cifra esorbitante è che, pur trattandosi di un appartamento moderno e recentemente ristrutturato, stiamo comunque parlando di un semplice monolocale al piano terra, con una superficie di appena 25 metri quadrati. Significa che l’affitto ammonta a 42,40€ al metro quadro. Il prezzo mensile corrisponde al Warmmiete (affitto che include tutte le spese), comprensivo dei cosiddetti Nebenkosten (costi extra).

© Immobilienscout 24 

La situazione immobiliare a Berlino

Quello degli affitti troppo alti è un problema diffuso in tutta Berlino. La costante crescita dei prezzi degli appartamenti registrata negli ultimi anni ha interessato tutti i quartieri della città, senza eccezioni. La gravità della situazione ha spinto i berlinesi, lo scorso gennaio, ad unirsi in una raccolta firme per fermare l’azione dei grandi gruppi immobiliari che gestiscono centinaia di migliaia di appartamenti in città, influenzando enormemente il prezzo degli affitti. I promotori dell’iniziativa si sono posti l’obiettivo di raccogliere, entro aprile 2019, almeno 170.000 firme. L’idea è di arrivare a chiedere un referendum per dare la possibilità ai berlinesi di ottenere un intervento concreto da parte delle istituzioni, togliendo un certo numero di appartamenti dalle mani dei più forti gruppi immobiliari. Che si tratti o meno di un’idea effettivamente attuabile sul piano pratico, si è trattato sicuramente di un modo efficace per attirare l’attenzione su un problema molto diffuso.

Leggi anche: Come votare alle elezioni europee stando in Germania



Immagine di copertina: © Photo by Jonas Tebbe on Unsplash

Leave a Reply