«Berlino, città piena di fermento culturale, naturale per me, agrigentino, trasferirmi qui un po’ per fare musica»

Luca Burgio in concerto

La storia del cantautore Luca Burgio inizia in Sicilia, ma ben presto si sposta con la sua musica per tutta Europa

Classe 1985, Luca Burgio nasce ad Agrigento, finiti gli studi all’Università di Palermo in Storia e Critica dell’Arte decide di partire alla volta della Spagna. «Mi sono trasferito a Madrid dove ho cominciato facendo vari lavori, spesso di notte. Stando a Madrid, vivendo con la gente e arricchendomi con la cultura spagnola, ho trovato l’ispirazione per poter comporre il mio primo album ». Luca presenta le sue prime canzoni nei locali o in jam session della città spagnola, spesso come one man band ma, alle volte, collaborando anche con altri musicisti. Dopo un anno trascorso a Madrid, decide di ritornare a Palermo «lì mi sono dedicato esclusivamente alla musica, iniziando un periodo molto intenso a livello creativo, le strade e le taverne del centro di Palermo hanno ispirato gran parte delle mie canzoni». Il risultato è il disco ‘Vizi, Peccati e Debolezze’, un disco che mescola atmosfere gipsy jazz contaminate dal folk siciliano. I testi rispecchiano «i sognatori squattrinati in preda alle emozioni e i poeti che prosciugano bottiglie e amanti senza freni in balia dei propri istinti. È un album che vuole raccontare il lato oscuro della gente mettendone in risalto la fragilità che rende le persone così ‘meravigliosamente umane’».

«Il fermento artistico e culturale di Berlino mi hanno spinto a trasferirmi qui»

L’album ha da subito un grande successo tanto da essere messo in lizza per la Targa Tenco 2016. Ma il successo di Luca non si ferma all’Italia «nel 2017 cominciano i viaggi che porteranno me e la mia musica in giro per l’Europa». Dopo alcune date in Spagna e Italia, il tour si sposta in due città tedesche: Saarbrücken e Berlino. «La risposta ai miei spettacoli in Germania è stata fenomenale tanto che sono tornato a suonare a Lipsia, Bonn e nuovamente a Berlino pochi mesi più tardi». Oltre al successo di pubblico ottenuto dai suoi spettacoli un’altra ragione ha spinto Luca a fermarsi a Berlino «sono stato particolarmente colpito dal fermento artistico e culturale che si respirava nella capitale tedesca, tanto che decisi di trasferirmi qui». A Berlino Luca si esibisce in vari locali, soprattutto nelle zone di Kreuzberg, Neükolln e Prenzlauer Berg, il successo ottenuto e l’ispirazione che la città tedesca gli dà, lo spingono anche a sperimentare nuove forme di arte «questi mesi di intensa attività mi hanno infatti spinto a cimentarmi anche con il mondo del teatro, proponendo al pubblico berlinese lo spettacolo di narrazione Die Geschichte eines Liedermachers(La storia di un Cantautore)».

«Berlino ha anche ispirato le canzoni che verranno inserite nel mio prossimo album, una città che suona da sola e vale la pena di raccontare»

Lo spettacolo “La storia di un Cantautore” viene portato in scena al Theater Verlängertes Wohnzimmer in Frankfurter Allee e «racconta le difficoltà e le soddisfazioni di chi sceglie il percorso artistico come carriera lavorativa». E ulteriori soddisfazioni, a Berlino, di certo non sono mancate nella carriera di Luca. Nel 2019 viene pubblicato il nuovo EP Versi da Bancone, registrato con la band acustica Maison Pigalle e distribuito dalla New Model Label. I testi della sua nuova fatica discografica vengono definiti da Luca come liriche che «mettono in risalto gli aspetti di una generazione ‘seduta al bancone’, nella sua precarietà e frugalità, una generazione che vive il momento, fatta di gente che viaggia, impara le lingue e non ha paura di lasciare il proprio nido per stabilirsi la dove può sedersi più comodamente e trovare il suo posto». Con Versi da Bancone, Luca riesce ad offrire un affresco dei giovani della nostra generazione, sempre più viaggiatori e sempre più europei. Berlino è stata anche fonte di ispirazione per le canzoni che faranno parte del nuovo album, sarà infatti un disco che «vuole approfondire i temi del mio ultimo lavoro, ma sfruttando gli stimoli che la città di Berlino propone ogni giorno. Ritmi frenetici, velocità, multiculturalismo e sobborghi urbani sono le immagini che coloreranno le prossime canzoni, Berlino è una città che impersona una generazione travolgente e frugale».

Leggi anche: Il 6,6% dei neolaureati italiani lavora all’estero e «sono i migliori ad emigrare»

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply