Berlino, Frank Gehry progetta nuovo mega grattacielo ad Alexanderplatz

Approvato il progetto per costruire il più alto grattacielo di Berlino

Il progetto architettonico per la costruzione del grattacielo più alto di Berlino è stato approvato all’unanimità da un gruppo di esperti, a condizione che si realizzi una protezione aggiuntiva per i tunnel della metropolitana sottostanti. L’edificio sarà infatti costruito ad Alexanderplatz, punto di passaggio di numerose linee della metropolitana berlinese. Del progetto, finanziato da Hines, si è occupato il noto architetto canadese Frank Gehry, famoso per aver realizzato straordinarie opere architettoniche in giro per il mondo.

Come apparirà il nuovo grattacielo di Alexanderplatz progettato da Frank Gehry

Una commissione di esperti ha approvato la costruzione del grattacielo progettato dall’architetto canadese Frank Gehry, che a Berlino si è già occupato della progettazione del palazzo della Dz Bank a Pariser Platz, di fianco alla Porta di Brandeburgo. Frank Gehry è molto noto nel mondo dell’architettura come rappresentante del “decostruttivismo” e per aver realizzato opere memorabili, come il Guggenheim Museum di Bilbao, il Walt Disney Concert Hall a Los Angeles e la “Casa danzante” a Praga. Il progetto per il nuovo grattacielo è stato lanciato e finanziato dall’investitore americano Hines. Secondo il progetto, il nuovo grattacielo di Frank Gehry sarà costruito al numero 3 di Alexanderplatz e prenderà il nome di Alexanderplatz Residential. Conterrà 300 appartamenti e un albergo, disposti su 39 piani, per 150 metri di altezza. L’Alexanderplatz Residential è destinato a essere non solo il più alto grattacielo di Berlino, ma anche il più alto edificio residenziale di tutta la Germania. I tre blocchi di cui sarà composto, costituiti da parallelepipedi distorti, sono stati pensati per trasmettere nell’osservatore un’idea di movimento e rotazione.

Il giudizio degli esperti

Una apposita commissione di esperti ha approvato la realizzazione del progetto, nonostante si tratti di un grattacielo di 150 metri il cui peso equivarrà a quello di circa 15.000 elefanti. È stato comunque verificato che non sussistono rischi per i tunnel della metropolitana sottostanti, a condizione che siano protetti con una copertura aggiuntiva. Verranno quindi esaminate due ipotesi alternative per la protezione dei tunnel della metropolitana: la prima idea consiste nel realizzare una lastra di cemento lunga 70 metri e spessa 1 metro, che consentirà di ridistribuire il peso del palazzo sul terreno. La seconda ipotesi è quella di ristrutturare le gallerie della metropolitana, ormai datate. L’unico problema, in quest’ultimo caso, è che dovrebbe essere bloccato per almeno due anni uno dei due tunnel della metropolitana U5. La decisione su come procedere verrà presa il prossimo aprile.

Leggi anche: Berlino, quattro nuovi grattacieli cambieranno la skyline della città


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK


Immagine di copertina: © Alexanderplatz Residential rendering on Hines.com

Leave a Reply