C/O: di giorno mostra di foto, di notte club

esibizione,https://pixabay.com/it/photos/concerto-musica-folla-dancings-1149979/, Free-Photos,https://pixabay.com/it/users/free-photos-242387/

“No Photos on the Dance Floor!” Berlino dalla caduta del Muro alla nascita della club culture 

“No Photos on the dance Floor! (No foto sulla pista da ballo!) Berlino dal 1989 a oggi” è un progetto ospitato al C/O Berlin che racconta la capitale tedesca dalla caduta del Muro a quando giovani artisti, galleristi e DJ presero possesso degli spazi vuoti e inutilizzati e gli diedero nuova vita, facendone la mecca di un’intera generazione di giovani creativi e inventando la club culture. Dal 13 settembre fino al 30 novembre, il C/O presenterà durante il giorno una collezione di fotografie, video e altra documentazione storica sui club berlinesi mentre di sera la galleria si trasformerà in uno spazio per ballare e vivere l’atmosfera di un club

C/O Berlin,https://www.co-berlin.org/no-photos-dance-floor
C/O Berlin, No Photos on the Dance Floor! 

Tresor außen, 1996, a.d.S. Temporary Spaces © Martin Eberle

Come giovani artisti cambiarono Berlino: da una città distrutta al centro culturale più attivo in Europa

Quando cadde il Muro nel 1989, giovani artisti, galleristi e DJ provenienti sia dalla parte est che da quella ovest presero il controllo della città. Edifici inutilizzati, fabbriche dismesse e aree vuote vennero reinventate e presero nuova vita: qui furono creati club, bar e gallerie d’arte. La nuova scena culturale così quanto i club divennero il mototore di rilancio della città e servì da richiamo per un’intera generazione di giovani creativi. La scena berlinese non inventò la techno, ma le rese onore e ne fece la propria culla. Quello che è successo a locali come il Tekknozid, l’Ufo, il Tresor e il Planetfu fu un grande big bang e una via d’uscita per l’ultima grande cultura giovanile europea. Con effetti visivi e nuovi approcci artistici, la club culture di Berlino si muove al confine tra video, film, proiezione e musica. Questo legame con l’arte ha permesso a numerosi creativi nuove opportunità di collaborazione, nonchè nuove prospettive e spazi di scambio, incontro e riflessione.

Il progetto: esposizone durante il giorno, club durante la notte

«Per me un club è una grande macchina di astrazione che produce costantemente immagini mentali. Appeso al limite del visibile quando arriva la nebbia provocata dal fumo e guardo le luci e il soffitto, immaginano lampi e barlumi di cose intangibili». Ecco cos’è un club secondo Wolfgang Tillmans, fotografo e artista tedesco che esporrà le sue opere. Con il progetto “No Photos on the Dance Floor! Berlino dal 1989 a oggi”, viene documentata da un lato la scena dei club berlinesi e dall’altro la si vive. Durante il giorno, infatti, la mostra presenta fotografie, video, film e altro materiale documentaristico, offrendo una panormica sullo sviluppo della club culture berlinese degli ultimi 30 anni. Di notte, invece, una parte dello spazio espostivo del C/O Berlin diventerà un vero e proprio club: i visitatori potranno ballare tutta la notte in una serie di appuntamenti con noti DJ, artisti del suono e del video.

No Photos on the Dance Floor! Berlino dal 1989 a oggi

Dal 13 settembre all’11 novembre

Vernissage giovedì 12 settembre dalle 19 in poi

Presso Galleria d’arte C/O

Hardenbergstraße 22-24, 10623 Berlin

Evento: No Photos on the Dance Floor! Berlino dal 1989 a oggi 

Leggi anche: «Nel 1984 disegnai sul Muro di Berlino uomini con la testa di cuori. Ero un vandalo, ora mi reputano un artista»

Leggi anche: I primi due artisti ad aver dipinto il Muro in mostra a Berlino per i trent’anni dal 9 Novembre 1989 

Immagine di copertina: Esibizione , © Free-Photos, CC0 on Pixabay


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply