CineDì, inizia con Dogman una nuova rassegna di cinema italiano a Berlino

Dogman

La rassegna di cinema italiano CineDì prende il via con il bel film di Matteo Garrone

Dogman in italiano, con sottotitoli in tedesco al cinema a Berlino: succederà martedì 29 gennaio alle 20.00 al Kino der Kulturbraurei, ma chi riesce ad arrivare già alle 19.30 potrà brindare con un bicchiere di spumante assieme agli altri ospiti e all’organizzatrice dell’evento, Mara Martinoli. Oltre al film si festeggia infatti l’inizio della rassegna CineDì. Dell’iniziativa e della raccolta fondi avviata (e conclusa positivamente) avevamo parlato a dicembre scorso e che già poteva contare su un contributo dell’Istituto Italiano di Cultura diretto da Luigi Reitani.

Cosa è CineDì spiegato dall’organizzatrice

«CineDì significa una volta al mese, un film italiano degli ultimi anni, in lingua originale con sottotitoli al Kino der Kulturbruerei. Non è soltanto una rassegna di cinema italiano, ma è una selezione accurata di lungometraggi che si sono distinti grazie ad un metodo narrativo innovativo e per aver affrontato alcune tematiche particolarmente attuali».

I prossimi film di CineDì

Dopo Dogman sarà il turno di Il cratere  di Luca Bellino e Silvia Luzi (26 febbraio) e L’intrusa di Leonardo Di Costanzo. Sempre di martedì alle 20.00 e sempre al Kino der Kulturbraurei a Prenzlauer Berg. Una bella occasione per non perdersi film italiani in lingua originale altrimenti ignorati dalla distribuzione tedesca.

Dogman

di Matteo Garrone (2018)

in lingua originale con sottotitoli in tedesco

martedì 29 gennaio ore 20 (alle 19:30 aperitivo)

presso il Kino in der Kulturbrauerei, Schönhauser Allee 36, Prenzlauer Berg (Berlino)

biglietto 8 € acquistabile online qui o alla cassa

Per prenotazioni:
29.01: DOGMAN (M. Garrone)

Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Magazine prima come blog, dopo come magazine. Collabora anche con AGI, Wired, Huffington Post, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply