Germania, invasione di processionarie. Chiusi parchi, scuole e luoghi pubblici

processionaria, JosepMonter / 967 immagini, CC0 https://pixabay.com/it/photos/bruchi-processionaria-peste-riga-2328288/

La specie delle processionarie ha invaso la Germania

Nelle ultime settimane l’Europa è stata invasa dalle processionarie, parassita che può rendere pericolosa la sopravvivenza per alcune specie arboree. In particolare, la Germania ha lanciato uno stato di allarme chiudendo parchi, scuole, ristoranti, luoghi pubblici e un tratto dell’autostrada. Allo stato larvale, la processionaria può provocare reazioni allergiche come dermatiti o crisi d’asma anche se non si viene in stretto contatto con il parassita, poiché le sue setole urticanti possono essere trasportate dal vento.

L’invasione del parassita ha procurato reazioni allergiche e crisi d’asma

Nelle ultime settimane, la Germania è stata invasa dalla processionaria, complice anche il caldo estivo. Le zone più colpite sono quelle del Brandeburgo, Sassonia-Anhalt, del Baden-Wurttemberg, della Baviera e dello stato occidentale del Nord Reno-Westfalia. Le reazioni più gravi sono state riscontrate quando setole della processionaria sono entrate in contatto con gli occhi, la muscosa nasale, la bocca o nelle vie respiratorie e digestive. Alcuni bambini di Monaco sono stati portati in ospedale e sottoposti a operazione per rimuovere le setole della processionaria dagli occhi. Ancora, nella città Mulheim altri sono stati colpiti da reazioni allergiche alla pelle e crisi d’asma mentre facevano sport all’aperto. Nella città di Francoforte più di 200 ettari di bosco sono stati disinfestati tramite elicotteri, mentre a Norimberga durante un festival di musica rock è dovuta intervenire un’azienda di disinfestazione.

Cos’è la processionaria

Esistono fino a quaranta specie di processionaria, tra cui le più diffuse in Italia e Germania sono la Thaumetopoea pityocampa (processionaria del pino) e la Thaumetopoea processionea (processionaria della quercia). La processionaria deve il proprio nome al modo che ha di muoversi sul terreno, come se fosse in “processione”. Appartenente alla famiglia degli artropodi, si trova nelle zone più temperate dell’Europa meridionale, verso l’Oriente e nei Paesi settentrionali dell’Africa. I bruchi della processionaria vivono in gruppo e durante i mesi più freddi costruiscono un nido in cui passere l’inverno. Riprendono la propria attività con la primavera, in particolare, nel mese di maggio iniziano la propria processione alla ricerca di un luogo adatto in cui deporre le uova. Il bozzolo si forma ad una profondità di circa 15 centimetri. Lo stato di crisalide ha durata circa un mese e una volta raggiunta la maturità esce dal bozzolo.

Leggi anche: Berlino attrae usignoli. È raro e a studiarlo è la pronipote di Darwin

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: processionaria, © JosepMonter, CC0

Leave a Reply