Gustave Caillebotte, a Berlino una splendida mostra su uno dei maestri dell’impressionismo

All’Alte Nationalgalerie verranno esposti i lavori di Gustave Caillebotte, tra cui un quadro inedito al pubblico berlinese

Gustave Caillebotte. Painter and patron of Impressionism aprirà i battenti il 17 maggio nelle sale dell’Alte Nationalgalerie e sarà visitabile fino al 15 settembre 2019. L’importante mostra è stata resa possibile grazie al lavoro della fondazione Freunde der Nationalgalerie e dalla Leinemann-Stiftung für Bildung und Kunst. Fondamentale anche la collaborazione con l’Art Institute di Chicago che ha prestato all’Alte Nationalgalerie un dipinto di Caillebotte che verrà esposto per la prima volta a Berlino: Rue de Paris, temps de pluie, terminato nel 1877, considerato uno dei capolavori di Caillebotte. In possesso dell’Art Institute di Chicago, il quadro raramente è stato esposto in Europa, e mai a Berlino. Questo è uno degli aspetti che rende veramente imperdibile la mostra all’Alte Nationalgalerie.

Gustave Caillebotte fu uno dei membri più attivi del movimento impressionista

Folgorato dalla pittura dell’italiano Giuseppe De Nittis (di cui divenne anche amico) durante un viaggio a Napoli nel 1872, Caillebotte decise di abbandonare la carriera legale per potersi dedicare interamente alla pittura. Si iscrisse all’Accademia di Belle Arti di Parigi e strinse presto amicizia con Degas, Manet e gli altri giovani esponenti del neonato movimento artistico. Insieme frequentavano il Café Guerbois, dove gli artisti impressionisti si incontravano per discutere e confrontarsi. Fu uno dei partecipanti alla prima mostra impressionista che venne organizzata nello studio del fotografo Nadar nel 1874. Riuscì a fondere i caratteri dell’impressionismo con gli elementi classicisti che aveva appreso durante gli studi all’Accademia di Belle Arti, creando delle opere originalissime e suscitando l’ammirazione dei suoi colleghi. Morì a soli 46 anni, provocando un profondo cordoglio tra gli altri impressionisti, che lo definirono come uno dei pittori più originali e innovativi del celebre movimento.

L’importanza di Gustave Caillebotte non deriva solo dalla sua attività di pittore

Un importante aspetto su cui i curatori della mostra hanno voluto soffermarsi è quello del ruolo di mecenate di Caillebotte. Fu proprio lui a finanziare e a raccogliere i fondi necessari per organizzare la prima grande mostra dedicata ai quadri impressionisti. Caillebotte proveniva da una famiglia molto facoltosa e non si tirò mai indietro nell’aiutare i suoi amici in difficoltà finanziare, acquistando i loro quadri. Nella sua collezione vi erano opere di, tra gli altri, Pissarro, Monet, Manet, Renoir e Cézanne. Tutti i quadri che Caillebotte possedeva creavano una delle raccolte più importanti dell’epoca. Nel suo testamento lasciò tutti i dipinti in suo possesso allo Stato, chiedendo che venissero esposti e non dimenticati. Nel 1937 lo stato francese li utilizzò come primo nucleo della succursale impressionista del Louvre, il Museo del Jeu de Paume. Nel 1986 i dipinti vennero spostati, invece, nelle sale del Museo d’Orsay. Molti dipinti della collezione verranno esposti nella mostra all’Alte Nationalgalerie, a testimonianza dell’importante attività di mecenate svolta da Caillebotte.

Alte Nationalgalerie

Lunedì chiuso

Martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica 10:00 – 18:00

Giovedì 10:00 – 20:00

Leggi anche A Berlino la mostra su Emil Nolde, visionario espressionista tedesco

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply