Haus der Offiziere, la fortezza della DDR rimasta intatta fino ai giorni nostri

Una base militare nel sud di Berlino è rimasta attiva fino agli anni Novanta

A circa 40 chilometri di distanza a Sud di Berlino si trova una base militare denominata “Haus der Offiziere” ossia il complesso di ufficiali Zossen. Inaugurata nel 1916, questa base ha ospitato l’esercito del Kaiser Guglielmo II di Germania ed è stata utilizzata durante tutta la seconda guerra mondiale come centro di comando militare per le forze naziste. La base è rimasta “attiva” fino al 1994, quando anche gli ultimi soldati ancora presenti sul luogo hanno definitivamente lasciato la struttura.

La base era attiva anche durante la Guerra Fredda come distaccamento di Mosca

Il 67enne Werner Borchert, che fa da guida ai turisti in visita alla “Haus der Offiziere”, ha definito il complesso come “una piccola Mosca in terra tedesca”. Durante la Guerra Fredda la base divenne infatti il centro nevralgico dell’alto comando militare dei sovietici per la Germania dell’Est. La struttura era fornita di diversi servizi quali: un teatro, un museo, negozi di vario tipo, una piscina e molte caserme. La base, grande circa sei chilometri quadrati e circondata da un muro lungo diciassette, aveva una capienza di circa 40.000 soldati e anche dopo la riunificazione del paese e la fine della cortina di ferro continuò ad ospitare militari. Solo a metà degli anni Novanta il complesso venne del tutto abbandonato e lasciato incustodito.

Com’è oggi la “città proibita”

La zona presso cui si trovava il complesso militare era invalicabile durante il regime sovietico. Per questa ragione la base si guadagnò il soprannome di “città proibita”: per i cittadini tedeschi era infatti impossibile avvicinarsi alla base e non furono mai autorizzati ad accedervi. Oggi si può visitare la struttura, ma solo ed esclusivamente su prenotazione. Davanti all’ingresso dell’edificio è ancora possibile vedere una statua di Vadimir Lenin e un insieme di bunker nazisti. Lo stato di Brandeburgo ne detiene oggi il controllo, ma non esiste un vero proprietario a cui spetti la ristrutturazione o manutenzione dell’edificio.

Leggi anche: Neue Berlin, la leggendaria storia della base nazista segreta in Antartide


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Sarah Shroder on Instagram

Leave a Reply