Il video di Nelson Mandela a Berlino nel 1990, poco dopo la sua liberazione, poco dopo il Muro

Nelson Mandela a Berlino Screenshot da YouTube

La storica visita a Berlino del leader anti-apartheid

Era il 1990, pochi mesi dopo la caduta del Muro e la riunificazione della Germania, quando Nelson Mandela, leader sudafricano della lotta contro l’apartheid, scelse di visitare Berlino per tre giorni. Mandela non era ancora stato eletto Presidente ed era da poco uscito dalle carceri sudafricane, dopo una detenzione durata ben 27 anni, mettendo la parola fine alla vergognosa segregazione razziale attuata dall’etnia bianca nei confronti della popolazione di colore. Come potete vedere nel video qui sotto, Mandela è accompagnato dalla figlia Zindziwe Mandela-Hlongwane e da Eberhard Diepgen, sindaco prima di Berlino Ovest e poi della città riunificata, e percorre la Porta di Brandeburgo, accolto da una folla festante.

I rapporti della Germania con la politica sudafricana

Come riportato anche da The Local, i rapporti diplomatici tra Germania e Sudafrica non sono stati tra i più semplici. L’apartheid ebbe inizio nel 1948, quindi quasi in contemporanea con la divisione della Germania nei due blocchi. Ovviamente il governo della DDR e quello del blocco occidentale si comportarono in maniera molto diversa rispetto alla situazione sudafricana. Il governo sudafricano, a partire dal 1949, inviò molti dei piloti della South African Air Force in aiuto alla cosiddetta Berlin Lift, un ponte aereo organizzato dagli alleati occidentali per portare aiuti agli abitanti di Berlino Ovest, dopo che l’Unione Sovietica aveva bloccato ogni accesso via terra alla città. D’altro canto, la Germania dell’Est appoggiò, soprattutto economicamente, l’African National Congress, partito in cui militava Nelson Mandela e che era molto vicino al Partito Comunista del Sudafrica, un rapporto che, inizialmente, lo rese una figura ‘sospetta’ agli occhi del governo della Germania occidentale, tanto che, durante la visita del 1990, l’allora Cancelliere della Germania Federale Helmut Kohl, non lo incontrò.

Gli altri incontri tra i politici tedeschi e Mandela

Ovviamente la visita del 1990 non rimase l’unico incontro tra il governo tedesco e quello sudafricano. Nel 1996 Mandela ritornò in Germania, in una situazione ormai molto cambiata rispetto al 1990. Nel 1994, infatti, era stato eletto presidente del Sudafrica e questa volta Kohl, diventato Cancelliere della Germania riunificata, accettò di incontrarlo. Un terzo incontro tra Mandela e le istituzioni tedesche avvenne del 2007, questa volta non in Germania ma a Johannesburg. Angela Merkel visitò il leader sudafricano, ormai non più Presidente, ma che comunque aveva continuato la sua attività in difesa dei diritti civili . Dopo il meeting la Cancelliera tedesca aveva dichiarato che «incontrare e poter parlare con Nelson Mandela è stato un momento per me molto toccante».

Leggi anche: Cosa disse nel 1964 Martin Luther King in visita a Berlino Ovest

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 

 

 

Leave a Reply