In Germania si parla di “lasciare morire i paesini dell’ex DDR” e non investire le risorse altrove

Germania dell'Est, Comfreak, CC0

Le differenze tra Germania dell’Ovest e Germania dell’Est sono ancora forti

A trent’anni dalla caduta del Muro persistono ancora le grandi differenze economiche tra Germania orientale e Germania occidentale. Secondo uno studio, l’economia dell’ex DDR è molto meno stabile rispetto a quella occidentale e, soprattutto, meno produttiva. Una delle cause maggiori sembrerebbe essere l’inefficiente sistema di sovvenzioni statali adottato negli ultimi decenni.

Cosa succede nei Länder orientali

Le conseguenze dell’ex divisione della Germania sono ancora più che evidenti nelle disparità produttive tra Est e Ovest. A confermarlo è lo studio condotto dall’Istituto Leibniz per la ricerca economica di Halle (IWH), coadiuvato dal MDR AKTUELL. Secondo il rapporto, i Länder orientale non riescono a raggiungere nemmeno lo Stato più debole della Germania dell’Ovest, ossia il Saarland. Rispetto le imprese occidentali, infatti, nelle aziende orientali risulta un tasso di produttività minore circa del 20%. «L’attuale politica basata sulle sovvenzioni ha portato sì al mantenimento di un maggior numero di posti di lavoro, ma anche a una minor produzione rispetto agli stessi posti di lavoro presenti nell’Ovest», ha spiegato il presidente dell’IWH, il Prof. Dr. Reint Gropp.

Possibili risoluzioni del problema a danno delle zone rurali

Un’ulteriore questione da risolvere è la mancanza di un polo aziendale centrale nella Germania dell’Est. Solo 36 delle 500 maggiori imprese tedesche avevano sede centrale nella parte orientale della Repubblica. A contribuire negativamente allo sviluppo economico dell’ex DDR è la scarsa formazione del personale addetto. Secondo lo studio dell’IWH, infatti, i tassi di abbandono scolastico della Germania orientale sono molto più elevati rispetto a quelli della parte Ovest. Inoltre, sempre più specialisti stranieri scelgono di recarsi nelle regioni occidentali per cercare lavoro. Come contromisura a queste disparità, il presidente dell’IWH propone un rafforzamento delle città orientali, a discapito dei piccoli paesini dell’ex DDR. «Naturalmente, è difficile dire che dobbiamo rinunciare alle zone rurali. Ma questo è l’unico modo per poter bilanciare le differenze tra est e ovest», ha affermato Gropp. Solo se si investisse nell’istruzione, nella scienza e, dunque, nell’urbanizzazione si potrebbero limitare le difficoltà economiche dell’Est.

Leggi anche: Un film mostra come dei rifugiati siriani avrebbero potuto vivere nella DDR


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Germania dell’Est, Comfreak, CC0

Leave a Reply